Gerolin: “È il mercato giusto | Zamparini ha fatto sforzi" - Live Sicilia

Gerolin: “È il mercato giusto | Zamparini ha fatto sforzi”

Il direttore sportivo ritiene che il Palermo si sia mosso bene durante la finestra di riparazione appena conclusa. Tra giocatori che hanno rimpolpato la rosa e altri che sono stati lasciati partire. Ma ora bisogna pensare solo al campionato, con il Milan che arriverà domani.

calcio - serie a
di
19 Commenti Condividi

PALERMO – La sessione invernale di calciomercato si è chiusa e il Palermo non ha centrato il botto finale tanto atteso. Eppure per Manuel Gerolin, direttore sportivo del club rosanero, il voto alla campagna acquisti è positivo: “Abbiamo iniziato questo mercato due mesi fa. Già da venti giorni avevo detto che in base alla situazione di classifica avremmo cercato di capire alcune situazioni. Con una classifica diversa, il nostro mercato sarebbe stato diverso, invece abbiamo deciso di inserire altri giovani consci di una loro crescita nella seconda parte di campionato. Sapevamo che con una squadra giovane e piena di stranieri serve tempo, siamo arrivati in una posizione di classifica non bellissima, ma che ci fa sperare in un futuro migliore, per una squadra che il prossimo anno possa avere la maturazione giusta e fare il salto con nuovi innesti”.

Il punto di forza del Palermo resta la sua carovana di giovani pronti ad esplodere: “Penso a Goldaniga che all’inizio non giocava. Normale che faccia ancora degli errori, solo così si migliora, ma è un prospetto importante. Poi non abbiamo preso un sostituto di Lazaar perché con la difesa a quattro possiamo benissimo alternare Rispoli e Morganella. In più abbiamo un grandissimo prospetto che è Pezzella”. Per questi ragazzi, il Palermo non ha voluto ascoltare proposte: “Non c’è stata nessuna trattativa per i nostri giovani perché la porta era chiusa da parte nostra”. Anche per Hiljemark, messo mediaticamente sul mercato dall’intermediario che lo ha portato in rosa: “L’intermediario che ha portato qui Hiljemark non è attendibile – ribatte Gerolin -. Si tratta di un ragazzo del ’92, è un giocatore di qualità, ma deve ancora dimostrare tutto qui”.

La presenza di tanti giocatori con poca esperienza, però, non deve far dimenticare l’importanza dello zoccolo duro di questa squadra: “Sorrentino, Vazquez, Rispoli, Jajalo e Gilardino, ovvero i nostri uomini di esperienza, sono ancora qui. Per il prossimo anno ci muoveremo con i tempi giusti e nei modi giusti”. Oltretutto, il lavoro in uscita fatto nell’ultimo anno ha permesso al Palermo di alleggerirsi: “Non dimentichiamo gli sforzi fatti da Zamparini per liberarsi di ingaggi pesanti: Della Rocca, Troianiello, Terzi, Bolzoni e Rigoni erano ingaggi importantissimi che in una società come la nostra non hanno senso. Gente da seicento mila euro all’anno deve andare in una grande squadra”.

Tra le uscite, spicca quella di Abdelhamid El Kaoutari. Acquistato in estate e immediatamente schierato tra i titolari, il marocchino è stato escluso dalla rosa e ceduto in prestito al Remis dopo un mese passato in Francia: “La sua assenza era concordata – ammette Gerollin – per far sì che lui e il suo procuratore trovassero una sistemazione. Purtroppo è arrivata solo all’ultimo giorno. El Kaoutari è comunque un giocatore che per cinque anni ha militato in Ligue 1, è un giocatore di livello. Ha avuto solamente dei problemi di ambientamento legati al credo religioso”. Altra cessione che ha alimentato dubbi è quella di Arteaga, rimasto meno di un mese in Sicilia: “Arteaga è un capitale del Palermo e va tutelato. Andare all’Hajduk Spalato, la principale società croata, penso sia una scelta perfetta. Magari il prossimo anno ci troveremo un giocatore di grandissima qualità. Abbiamo fatto delle scelte così come per Cassini”.

Ma col mercato chiuso, il Palermo deve ora pensare al campo. Domani si scende in campo contro il Milan, sfida nella quale Gerolin spera in un risultato positivo: “Mi aspetto continuità, ovvero far quattro-cinque partite positive. A prescindere dal risultato, serve continuità di prestazione. I ragazzi devono continuare sulla strada intrapresa. Il Milan non è il Carpi e la squadra è quella. Anche se non avesse vinto il derby, sarebbe stato lo stesso. Lo rispettiamo, ma sono convinto che faremo una buonissima partita”. D’altronde, l’impatto avuto da Schelotto sta dando rassicurazioni ai rosa: “Non mi ha sorpreso. Ha trovato un ambiente sano con gente che dà l’anima per il Palermo. Ma lui è inoltre una persona di livello e ha fatto buone cose da allenatore al Lanus. C’erano tutte le prospettive per far bene. Ha messo delle regole, ma questo aiuta se ci sono dei risultati”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    GEROLIN MA LEI IN SOCIETA’ CHE INCARICO HA? SICURAMENTE NON DA DIRETTORE SPORTIVO . PENSO CHE LEI E’ UNO DEI TANTI CAGNOLINI CHE SCONDINZALANO ACCANTO AL LORO PADRONE BISOGNOSI DI AFFETTO O DI UN BISCOTTINO . LE RICORDO CHE LEI E’ LA PERSONA CHE NEANCHE UN MESE FA HA RILASCIATO UN INTERVISTA CON LA QUALE INFORMAVA I TIFOSI E L’OPINIONE PUBBLICA CHE IL PALERMO AVREBBE ACQUISTATO DEI GIOCATORI DI ESPERIENZA GIA ‘ PRONTI . MA DOVE SONO QUESTI GIOCATORI . MA A S.SIETECHI VUOLE PRENDERE PER I FORNELLI . SI DEVE VERGOGNARE COME IL SUO PADRONE . SIETE DEI BUGIARDI . AVETE LA FORTUNA DI ESSERE A PALERMO PERCHE’ IN ALTRE PIAZZE VI AVREBBERO PRESO A CALCI IN ….. SIAMO LA SOCIETA’ PIU’ RIDICOLA AL MONDO GRAZIE A PERSONE COME LEI E IL SUO PADRONE ZAMPATIRCHIO . L’UNICA SOCIETA’ AL MONDO CHE CON UNA CLASSIFICA DEFICITARIA NON PARTE PER IL CALCIOMERCATO E ANZI RILASCIA INTERVISTE COME LEI DICENDO CHE QUESTO DEL PALERMP E’ STATO IL MERCATO GIUSTO E CHE ZAMPARINI HA FATTO SFORZI . MA QUALE SFORZI HA FATTO ? DOVE SONO I SOLDI DELLE CESSIONI DI BELOTTI E DYBALA . DOVE E’ QUESTO MERCATO GIUSTO . DOVE SONO I SOLDI ZAMPARINI .

    Lo definirebbe giusto se non ci fossero Carpi, Frosinone e Verona?

    Ieri: RENZO BARBERA:

    Entra nel calcio nel 1951, rifondando la Juventina. Nel 1966 entra nel CdA del Palermo, diventandone il presidente dal 4 maggio 1970 (eletto al posto del dimissionario Giuseppe Pergolizzi) al 7 marzo 1980 (passando il testimone a Gaspare Gambino),portandola fino alla Serie A e a due finali di Coppa Italia. In una di queste due finali, giocata contro il Bologna il 23 maggio 1974, il Palermo perse in modo molto controverso; tuttavia restò famoso il gesto di Renzo Barbera che sportivamente fu il primo a tendere la mano al capitano della squadra avversa. “RENZO BARBERA AMAVA IL CALCIO AL PUNTO DA INVESTIRVI ANCHE LE SUE RENDITE PERSONALI”. Egli si distinse anche per il suo atteggiamento di fiducia nei calciatori siciliani, valorizzando in particolare Trapani, Arcoleo, Troja, Vullo, Borsellino, Chirco e Bellavia. Nel 1974 ricevette in regalo dai suoi giocatori un piatto d’argento con la dedica A papà RenzobCome Raimondo Lanza di Trabia, era inoltre interessato anche ad altri sport di squadra, cosicché, anche se per poco tempo, rese il Palermo una polisportiva.

    Negli anni novanta venne nominato Presidente onorario del Palermo. Dal 18 settembre 2002 lo Stadio La Favorita, sito nei pressi dell’omonimo Parco (antica tenuta del re Ferdinando III di Borbone), è intitolato alla sua memoria, a soli quattro mesi dalla sua morte avvenuta per complicazioni cardiache. Oggi: MAURIZIO ZAMPARINI:È un imprenditore in settori diversificati, ma la sua attività principale è la gestione delle risorse finanziarie acquisite in seguito alla vendita, alla francese Conforama, della catena commerciale Mercatone Zeta, fondata da Zamparini stesso (emmezeta, o MZ, sono le sue iniziali). In pratica fonda o acquista aziende, che avvia alla grande distribuzione per poi venderle. Dal 1972 al 2001, infatti, ha gestito venti centri commerciali poi venduti nel 2001 stesso per circa 1000 miliardi di lire italiane.

    Possiede in Sicilia alcuni centri commerciali e a novembre 2009 sono iniziati i lavori per farne sorgere un altro a Palermo, dopo la “concessione edilizia” rilasciata nel luglio 2009.Conca d’oro, questo il nome del centro già soprannominato Zampacenter, sorge a Fondo Raffo, vicino alla Via Lanza di Scalea, terreno acquistato nel marzo del 2009 L’iniziale apertura era prevista per settembre 2011 quindi l’inaugurazione è stata il 14 marzo 2012. Qual’è secondo voi la differenza tra i due presidenti?

    Il mercato si considera giusto quando si rinforza la squadra in quei reparti dove ha bisogno, in questo caso i vari Cristante, Balogh, Cionek etc etc non rinforzano affatto la squadra!

    Inoltre la societá dovrebbe incominciare a considerare che, molto spesso, é meglio tenere un giocatore come Rigoni che guadagna 600 mila euro l’anno che 3 giovani promesse che guadagnao 250 mila l’anno giocando meno e peggio che Rigoni!

    Societá ridicola come il presidente!

    Non ti basta Balogh? Se avete idee migliori del nostro Presidente allora i soldini tirateli fuori voi critici.

    io credo che questa sia la squadra giusta per una città come Palermo. Anzi un lusso, una piacevole eccezione nonostante tutto. Una mediocre squadra, ma di serie A per una città di terza categoria. Una città con mille problemi. Eccezione maggiore era quando il club stazionava tra le prime 5 del campionato.

    D’altronde ditemi il nome di un imprenditore siciliano ricco, onesto e competente che sia interessato a questa squadra. Volete mandar via zamparini? Volete uno che ami questa squadra? Volete un Siciliano come patron? bene vi troverete un Pulvirenti, un Franza, Un Ferrara. Vedi che goduria!!!!
    Io mi tengo stretto Zamparini, finchè campa.

    PIPPO VINCI, Se Zamparini , fosse il mio datore di lavoro beh, ma siccome è il presidente della nostra squadra e noi siamo quelli che a sua volta pagano o il biglietto o l’abbonamento a sky, ( mi puoi dire che nessuno è obbligato a farlo), ma siccome si suol dire (senza soldi non si canta messa) non pensi che abbiamo anche noi il sacrosanto diritto quantomeno di dividere al 50%? A lui gli introiti, a noi l’entusiasmo e la dignità?

    PER IL SIGNOR VINCI . NESSUNO PRETENDE CHE IL PALERMO ACQUISTI POGBA , TEVEZ , E COMPAGNIA BELLA , MA PER LO MENO GIOCATORI CHE CI PERMETTANO UNA SALVEZZA TRANQUILLA . LEI MI SPIEGA COME IL CHIEVO VERONA QUARTIERE DI VERONA 5000 ABITANTI ACQUISTA FLORIO FLORES PER SALVARSI E IL PALERMO ACQUISTA L’ORSO BALOGH ? FINITELA CON QUESTE CAVOLATE DI ZAMPARINI SALVATORE DELLA PATRIA . APPENA FINIRA’ DI MANGIARSI L’ULTIMO CHIODO DELLO STADIO SE NE ANDRA’ E ALLORA SI CHE FAREMO LA FINE DEL TOPO.

    E’ evidente che si circonda di altri che alzano il gomito come lui

    Ma la gente ricambia disertando lo stadio,non vorrei mai un imprenditore del sud.

    Zamparini non vuole spendere soldi come un tempo,questa è in sintesi la realtà.

    Caro Sig. Vinci, se questa la reputa una città di terza categoria, anche lei è un uomo di terza categoria e se come tanti non farà nulla per cambiare questa città, rimarremo di terza categoria. Io inizierei a cambiare il Sig. MZ, ha fatto il suo tempo ha fatto i soldoni, adesso basta!!! Se vuole tenersi questo Signore, bene lo faccia pure vada via con lui, stiamo rivivendo il VENEZIA degli anni 90, appena troverà qualcosa da trasformare io oro andrà via da qui.

    Per favore abbi un rigurgito di dignità e taci!!!!!!!!

    Se guardi la classifica ci sono le blasonate Genoa e Sampdoria (con buchi di bilancio più che critici) dietro di noi, c’è l’Udinese pari a noi e solo due punti avanti Torino, Chievo e Atalanta.Arruspigghiati,

    Massimiliano, quando parli di ridicoli non t’allargare, parla solo per te e per quei 4-5 che scrivono solo per gettare fango sul Palermo. Dove sono i soldi? Vatti a guardare il bilancio, è pubblico e se, non ce la fai a capirlo, cerca l’articolo di LiveSicilia che lo spiegava. Alla larga da viale del fante, la domenica andate in gita.

    Togliete la bottiglia anche a lui

    vittorio vittorio parli propèrio come il tuo padroncino . zampatirchio dice che palermo gli vuole bene e che sono solo una cinquantina le persone che lo contestano e tu che dici ? che io e altri 4 o 5 dobbiamo andare a farci una gita ivece di andare allo stadio .

    Strano che questo tratto da WIKIPEDIA,o simili, non dice niente degli ultimi due anni.Come mai? O degli ultimi mesi? Come lasci una scia senza un aggiornamento? Il suo pubblico comportamento con questa squadra ,o giocattolo, e` stato deriso da tanti e con tutti questi allenatori e atleti che continuano a d arrivare e partire o rimanere panchinari non e` un altro segno che riflette lo stato d`animo di questo 75 enne col temperamento e saggezza di un tirchio testadura paragonabile al famoso “Giuvanni Rabbia” di fiabe rionali Palermitane? Comprare a prezzi bassi e aggiustarli,mostrarli per poi venderli a prezzi piu` alti e` una cosa normale nel mondo degli affari Italiani e mondiali,,ma MZ ha mai fatto una cosa simile con questa squadra,oltre che vendere giovani singoli protagonisti?Xche` non ha mai messo una bella squadra ,compatta e pronta al migliore offerente? Cosa c`e` da comprare con la formazione odierna e senza Vazquez? Cieche promesse con ragazzini e allenatori in gavetta mentre gli spalti domenicali sono sempre piu` vuoti eccetto quando arriva una delle grandi,grazie a tanti locali tifosi che voglion vedere i loro beniamini nelle squadre ‘forestiere’? In altre citta` quanti vanno a recarsi per ‘vedere i rosanero’ eccetto qualche nostalgico palermitano? Dov`e` questo prodotto che spinge a citarlo,oltre le poche migliaia dei soliti ignoti?Chi dovrebbe interessarsi di acquistare tale prodotto o marca[brand]? E tutti quelli,,Russi,Indiani,Turchi,Arabi e Marziani di cui ‘parlava’ MZ dove sono andati a finire?Scomparsi col tappeto volante? Con dei Drone? NON Esistevano.Neanche dopo una lunga Sbornia! E le scuse e bugie continuano.Bisogna Saper Vendere altrimenti gli sprechi di cui si lamenta sempre continueranno. Un palazzo o appartamento non si vende con un paio di mattoni alla volta. Una bicicletta non si vende senza buone ruote o freni. Una squadra non si PUO` vendere senza elementi talentuosi in ogni reparto.Sorrentino non fa gol e poi non e` piu` giovane,,e il resto,oltre il veterano Gilardino Quanto valgono? Non ne vale la pena investire in un ‘prodotto’ cosi` vuoto, come lo stadio. Se vuoi Vendere Devi saper migliorare,e Vincere e non soltanto contro squadrette di cittadine e paesi provinciali appena salite dalla serie B.

    Le critiche, anche dure, sono un diritto del tifoso, ma l’offesa personale che si nasconde dietro l’anonimato è soltanto viltà e ignoranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.