I nuovi volti della giunta - Live Sicilia

I nuovi volti della giunta

Ecco chi sono i quattro assessori nominati oggi dal sindaco Leoluca Orlando.

i profili
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Una sindacalista già candidata alla presidenza della Regione, un urbanista, il direttore dell’Orto botanico di Palermo e un veterano di Palazzo delle Aquile, già vicesindaco di Palermo dal 1993 al 2000. Eccoli i nuovi assessori della giunta Orlando, che il sindaco ha presentato alla stampa dopo aver dato il benservito a Di Marco, Bazzi, Barbera e Giuffrè (che si era però dimesso da giorni perché destinato a una cattedra universitaria ad Enna). Ma vediamo, uno per uno, chi sono i nuovi componenti della squadra di governo.

EMILIO ARCURI Medico, 62 anni, è dirigente dell’Asp di Palermo. È stato già assessore comunale con delega ai Beni Culturali dal maggio 1989 al gennaio 1990, e vice sindaco di Palermo e assessore al Centro Storico dal dicembre del 1993 a dicembre 2000. E’ stato fino ad oggi presidente dell’Amg, avrà le deleghe ai Lavori pubblici e al Centro storico.

GIUSEPPE GINI Architetto e urbanista, 67 anni, è stato dirigente ai Beni culturali della Regione fino al 2011, quando è andato in pensione. Nel corso della sua carriera, è stato soprintendente ai Beni Culturali e Archeologici di Caltanissetta (1999 – 2003) e di Trapani (2004 – 2010) e direttore della sezione Piano particolareggiato di Palermo. Ha curato diverse mostre come quelle del “Satiro danzante” in Giappone, “L’isola del mito” per la Louis Vuitton Cup e “Ritratti imperiali di Pantelleria” per il British Museum di Londra.

GIOVANNA MARANO Laureata in Infermieristica, 55 anni, è stata dirigente sindacale della Cgil. Nel 2003 è stata eletta segretaria generale della Fiom-Cgil siciliana e nel 2012 è stata eletta presidente del comitato centrale della Fiom nazionale. Nel 2012 è stata candidata di Libera Sicilia alla presidenza della Regione e l’anno scorso è stata candidata alle Politiche per Rivoluzione Civile. Attualmente lavora presso l’unità operativa di medicina nucleare del policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo.

FRANCESCO MARIA RAIMONDO Laureato in Scienze agrarie, 67 anni, è docente di Botanica presso l’Università di Palermo ed è direttore dell’Orto Botanico e dell’Herbarium Mediterraneum dello stesso ateneo. Nella sua carriera è stato preside della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Un’infermiera (con tutto il rispetto), ex sindacalista alle attività produttive?

    Ma che siamo ad “oggi le comiche”????

    Il solito orlando usa e getta .
    Luca, vai a lavorare!!!

    Si ma rappresenta il nuovo “usato”……

    Luis@ laurea in scienze infermieristiche presa mentre faceva la sindacalista……..

    Un infermiera?
    Capisco… Leck Walesa era un elettricista…
    Ma vista la gravità della situazione delle attività produttive,non sarebbe stato
    più indicato un “primario”?

    Barbieri, Infermieri…cosa hanno da proporre di valido sul tema delle attività produttive?
    Non sarebbe opportuno che determinate situazioni fossero interpretate e gestite da soggetti in possesso di conoscenze tecniche specifiche e giuridiche?
    Senza nulla togliere a barbieri e infermieri, ma vi fareste tagliare i capelli da un
    avvocato, o medicare un dito da un barbiere?

    VOLTI NUOOOOOVIIIIIIII….!! #micasoloipipmichiamano’upapà…

    Età media 65 anni: il nuovo che avanza. Orlanno il sindaco non lo sa proprio fare!!!

    Quindi Palermo non funzionava per colpa dei vecchi assessori, adesso sicuramente ritorneremo a splendere,chissa’ cosa c’e’ sotto queste sostituzioni ……. la politica e’ sporca.

    Conta la qualità delle persone e non la loro età. Del resto un uomo di grandi qualità come Leoluca Orlando non poteva che scegliere persone altrettanto valide.

    tutto nuovo e preparato, orlando onestamente è l’unico a passo con i tempi e i giovani

    Praticamente il “gioco delle tre carte”….a vincere è sempre la stessa politica…a perdere sempre la stessa città….
    Ogni giro l’illusione per i giocatori di rifarsi (noi poveri Cittadini) ma concretamente una nuova occasione truffare ancora (altri personaggi della stessa casta)…
    E poi c’è il continuo cambiare così ché chi esce può giustificarsi con la presunta mancanza di tempo….i nuovi che altresì chiedono tempo per fare….e tra mesi/ mesi….altr giro altra mano……

    Credevo facesse assessore Tantillo. Visto i rapporti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *