I renziani smentiscono l'inciucio | "Non siamo noi i 'traditori'" - Live Sicilia

I renziani smentiscono l’inciucio | “Non siamo noi i ‘traditori'”

Bruno, Sammartino e Dipasquale: "I franchi tiratori vanno cercati altrove".

Pd nel caos
di
15 Commenti Condividi

PALERMO – Dopo le reazioni furiose dei deputati Antonello Cracolici, Giuseppe Lupo, Anthony Barbagallo, dopo le critiche aspre del segretario regionale Fausto Raciti e del responsabile organizzativo Antonio Rubino, adesso anche i renziani del Pd puntano il dito contro i “compagni” che hanno votato, in occasione della presidenza dell’Ars, per Gianfranco Micciché. Insomma, i quattro voti Dem andati al candidato del centrodestra sembra non abbiano un padre.

“Abbiamo lavorato in questi giorni – ha detto ad esempio Giuseppe Bruno, tra i più vicini al sottosegretario Davide Faraone – per un accordo istituzionale che tenesse dentro tutte le forze politiche senza inciuci e senza implicazioni politiche. Fallita questa ipotesi abbiamo presentato la candidatura di Nello Di Pasquale proprio per rappresentare in maniera trasparente la posizione dei PD. Chi ha scelto di non votarlo – aggiunge – deve assumersene la responsabilità. Da oggi occorre però rilanciare l’azione politica del nostro partito in Sicilia quale forza di opposizione al governo di destra recuperando il dialogo coi Siciliani dinanzi alle tante emergenze della nostra terra”.

Gli fa eco il deputato catanese Luca Sammartino:L’area renziana del Pd era, fin dall’inizio e in linea con ciò che ha sempre fatto, favorevole ad un accordo istituzionale di alto profilo e contraria a qualsiasi accordo con i 5 stelle proposto, invece, da altri esponenti del partito. Certificata l’impossibilità di un accordo che uscisse dalle logiche spartitorie e fosse frutto solo dell’interesse della Sicilia – ha aggiunto – siamo confluiti su un candidato presidente espressione proprio dell’area renziana come Nello Dipasquale. Chi ha scelto diversamente nel segreto dell’urna si assume la responsabilità, personale e politica, delle sue scelte e dei suoi, eventuali, accordi sotterranei. Non vogliamo, tuttavia, inscenare una caccia alle streghe che si concluderebbe facilmente con un risultato ovvio per chiunque sappia fare due più due. Non ci stiamo al gioco dei sospetti e ricordiamo, ancora una volta, – ha precisato – che il candidato ‘tradito’ era il nostro. Continuare su questa polemica sarebbe sterile. E’ opportuno, invece, che si recuperi subito uno spirito di unità in aula per la gestione delle legislatura nel rispetto dei ruoli di maggioranza e opposizione – ha concluso – che sono profondamente diversi ma entrambi importanti”.

E a smentire ogni voto contrario alle indicazioni di partito anche Nello Dipasquale: “Innanzitutto – ha detto – intendo rivolgere un grande augurio di buon lavoro al Presidente Gianfranco Miccichè per il ruolo che va a ricoprire, che è di grande importanza per garantire tutte le forze politiche presenti al Parlamento siciliano. Ringrazio i parlamentari del Partito Democratico che hanno indirizzato la loro preferenza nei miei confronti. La mia, voglio chiarirlo, altro non era che una candidatura di servizio: mi era stato detto che sarebbe stata utile al Partito e ho accettato senza esitazione. Evidentemente – ha aggiunto – alcuni colleghi non hanno gradito e condiviso. Sarebbe stato sufficiente dirlo per tempo e li avrei sollevati dall’imbarazzo di dover votare qualcun altro invece del sottoscritto, evitando di candidarmi alla Presidenza dell’ARS. Poco male: il Partito Democratico è una forza politica unita, nonostante l’episodio odierno, – ha concluso – e faremo valere il nostro peso nel Parlamento Regionale, anche dall’opposizione”. Insomma, sembra proprio che nessuno del Pd abbia tradito il patto col resto del gruppo. Resta la matematica: sono undici i deputati Dem, sette i voti giunti al candidato del Pd e quattro in più quelli piovuti su Micciché. La soluzione del mistero, però, è probabilmente già molto vicina: il risultato delle elezioni per le altre cariche dell’Ars, previste per lunedì, daranno infatti una risposta probabilmente molto chiara.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    PD, senza un futuro sin quando esistono i gucciardi cracolici lupo Barbagallo…

    Beh! Allora, tutto a posto.

    …niente…niente….che uno dei 4 è proprio di Dipasquale?!?!??!…..già… il primo amore non si scorda mai…..

    i 4 del PD sono tutti riconducibili a Cantiere Popolare. Basta fare verifiche Provincia per Provincia e guardate le provenienze. Non ci vuole grande scienza per capirlo chi sono i traditori e democristiani dentro il PD. Il PD è finito da tempo. Gli elettori del PD cambieranno partito alle prossime elezioni Politiche voteranno direttamente per i partiti del centrodestra.

    Io ci credo alla buona fede. Si saranno confusi…Come hanno fatto in questi 5 anni in cui facevano finta di attaccare Crocetta per poi invece far man bassa di incarichi e posti negli uffici di gabinetto per i propri camerieri.
    Sicuramente adesso Renzi manderà un toscano che dopo i successi esilaranti all’Economia metterà a posto il partito.
    Io intanto che loro continuano a giocare non rinnoverò mai più la tessera del PD.

    Si commentano da soli……..! Mi spiace soltanto per chi continua a votarli.

    Basta con la pantomima!!!!Quanti abbiamo votato il PD, siamo ormai convinti della vostra irrilevanza politica e, quindi, per la prossima ci comporteremo di conseguenza, in modo chiaro e inequivocabile.

    Date un posticino ai preistorici del PD, basta poco una macchina che li scarrozzi e qualche centesimo in più. Staranno zitti a vita!

    Ahahahah Bruno… Ahahauah Sammartino…. Ahahahah Faraone……

    Una domanda, semplice: ma via delle Scienze, fa parte di questa COMUNITA’ RENZIANA di traditori o no ?

    Sicilia futura non ha perpetrato nessun tradimento o inciucio.Ha dichiarato a chiare lettere il proprio voto senza mezzi termini.Semmai gli inciucioni sono altri.Il PD per questo ha una rosa larga e dei professionisti dell’inciucio.Basti pensare al fu Alfy a Casini a Verdini.

    EGREGIO LERC ,NULLA HAI DA DIRE SU I SAMMARTINO,LA SUDANO OD ANCORA LA ANSELMO????GENTE CHE LA SINISTRA L’HA FREQUENTATA E VISTA COL BINOCOLO.

    I renziani smentiscono, per la serie che pinocchio al loro confronto era senza naso

    Ma dai il prossimo commento lo potresti anche firmare come ex iscritto pd il capostipite tanto non voglio l esclusiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *