Il diktat di Zamparini:| "A Lecce per vincere" - Live Sicilia

Il diktat di Zamparini:| “A Lecce per vincere”

Il Palermo cerca di recuperare Silvestre
di
17 Commenti Condividi

E’ stata sicuramente una settimana particolare in casa rosanero. Dalla sconfitta con la Roma, per passare alle voci di esonero su Mutti, poi il centro commerciale, gli arabi, il futuro, le polemiche sul giallo di Miccoli. Adesso però basta, serve fare punti a Lecce e questo il Palermo lo sa. Maurizio Zamparini è stato chiaro e – durante l’inaugurazione del centro commerciale – ha anche detto a “microfoni spenti” alla squadra: “Non mi fate arrabbiare domenica, dovete vincere a Lecce”.

Diktat serio quello del patron rosanero. Ma la squadra saprà reagire dopo le ultime delusioni? Serve carattere, e qui il lavoro mentale lo dovrà fare principalmente Bortolo Mutti che alla Rai ha detto: “Mi aspetto una risposta giusta, doverosa, quando perdi c’è malcontento ma abbiamo perso con avversari importanti. Subentra un po’ di nervosismo, qualche polemica esce – prosegue l’allenatore rosanero -, ma noi dobbiamo reagire. Ora dobbiamo raggiungere i 40 punti, l’abbiamo sempre detto. Zamparini? Con lui abbiamo discusso normalmente, fa parte del nostro lavoro, al momento non è felicissimo ma sta spronando anche lui la squadra, anche a livelli di obiettivi”.

Lo staff sanitario lavora per recuperare Silvestre che continua a svolgere riatletizzazione ma che giorno dopo giorno ha dei miglioramenti. Sarebbe sicuramente il giocatore giusto per neutralizzare le accelerazioni di Muriel, furetto leccese che sta facendo passi da gigante. Migliaccio tornerà a centrocampo, mentre sulla destra, al posto dello squalificato Pisano, potrebbe giocare Aguirregaray.

In avanti Mutti ha due ipotesi: o due trequartisti o due punte. Casa Lecce: Cosmi non parla con i giornalisti palermitani, e contattato da LiveSicilia dice: “Dovrei accontentare tutti e quindi starei ore al telefono, è comunque una partita importante, stiamo lavorando molto e spero anche bene”. Out Cuadrado e Carrozzieri, per sostituire il primo si candida Blasi, ex rosanero: “Ho dato la mia piena disponibilità all’allenatore – spiega il centrocampista romano -. Ho caratteristiche diverse da Cuadrado, ma posso sopperire con la mia esperienza”. A far paura c’è la coppia Muriel-Di Michele. Attenzione anche a Brivio, altro calciatore interessante. Partirà dalla panchina l’altro ex rosa Di Matteo. La Lega Calcio ha, infine, definito gli anticipi e posticipi fino alla quattordicesima giornata di ritorno.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Bel pezzo. Da quando vi aggiornate anche sul calcio, non seguo più gli altri siti. Ottimi in tutto

    E’ nel calcio da 30 anni; per ragioni di età non può dire che l’ha inventato lui; da 30 anni, ma continua a confondere per campioni gente come munoz, zahavi, varela, achille garray, pisano, joao pedro, levan, calderoli, bacinovic, andelkovic, savini, blasi, amelia, agliardi, makinwa, farias, parravicini, raimondi, (della rocca, barreto, ilicic, vasquez, viviano sono sotto osservazione, in particolare il portiere che commette errori da dilettante e non ha fatto nessun intervento di quelli che portano punti), rubinho, raggi, glick, goian, labrin, milanovic, kurtic… continuo? … di questi livelli (scarsi, brocchi) ce n’erano già nei 20 anni tra serie B e serie C, prima dell’avvento di Zamparini.
    Meno male che con tutti i soldi che gli ha fatto incassare la piazza è riuscito a portare pure una quindicina di giocatori ottimi, regolarmente rivenduti (immediatamente) o assicutati perché erano in simbiosi affettiva con il pubblico, e facevano soffrire il padrone unico tutto-mio; il mio ds, il mio allenatore, i miei giocatori, il mio dg, il mio ag, la mia squadra, i miei collaboratori… e i fessi allocchi CHE PAGANO continuano a credere che esiste ancora il Palermo.

    Mi raccomando non fate arrabbiare il presidente, VINCETE a Lecce, se no NIENTE arabi, NIENTE centro sportivo e NIENTE stadio.
    Viva la… conca d’oro!

    ah! la cosa intrigante è che nessuno dei ragazzi della primavera scudettata, e alcuni di quella successiva, è stato ritenuto idoneo per poterlo aggregare stabilmente alla rosa titolare e farlo crescere secondo i parametri dei professionisti, ed eventualmente schierarlo in prima squadra dopo adeguata crescita. NESSUNO. Pero’ continua a spendere decine di milioni all’estero per prendere giovani meno bravi dei primavera palermitani, sperando di trovare tra 10 presi il nuovo Pastore. Quindi non dite che UN Pastore costa solo 18 milioni (6 + 12 al procuratore)… ne paga diversi – nella pesca alla “rinfusa” – per averne uno buono…

    Forse non ti hanno spiegato che i soldi con cui “…ho comprato e gestisco il Palermo sono i “MIEI”!!!!!

    @gigi
    il tuo discorso non farebbe una grinza…se il palermo si trovasse in b o in c….ma purtroppo (per voi) si trova in A ed ha una sua dignità di squadra e di società sana.
    d’accordo ci sono errori, si può migliorare etc….ma non dire che i palermitani che non la pensano come te sono stupidi….tutti sappiamo che Zampa è un “cagnolazzo”, che è un imprenditore che cerca visibilità (lo sono tutti però!) e che spara min….etc., ma è, ad oggi, il presidente che ha portato il palermo in A e che cerca di allestire (come tutti!) una squadra per non retrocedere (anke se la vende come da scudetto!) e soprattutto cerca di portare nuovi investitori….il resto sarebbero partite vendute, pezzi di stadio smontati per costruire case, assunzioni di mafiosetti e parentucci e soprattutto ascenzore per la c2, c1 e b….
    infine non mi sembra che le altre squadre di livello (anche superiore) abbiano sti progetti…o sfornino chissà quali campioni….insomma arsenal o liverpool in italia non ne vedo

    gigi e geronimo; e che dire di B. Mario, il Palermo siete voi. Avete capito l’inganno. e tutti i meccanismi perversi del Diavolo li avete smascherati. meno male che c’è gente dritta che non si fa prendere in giro. Tutti gli altri siamo sprovveduti. Cercate qualcuno che la pensa come voi che abbia i soldi per compare la squadra. abbiamo bisogno proprio di gente che guidi la squadra con le vostre idee, dai…dai…. datevi da fare

    Veramente a te e a tutti gli innamorati di zamparini ve l’hanno spiegato tante volte come funziona, ma non capite.
    Fatti un calcolo semplice: quanto ha investito in tutto zamparini? (83 milioni)
    quanto ha incassato finora dalla piazza e grazie alla piazza? (oltre 500 milioni)
    quanto ha investito lui in relazione al totale?
    I sudditi dicono: pero’ senza il suo investimento iniziale non ci sarebbe il resto; io dico che senza le centinaia di milioni degli utenti il suo investimento l’avrebbe potuto mettere in un campo di golf per giocarci con i suoi nipoti.
    La stessa cosa si può dire per telecom italia, per il centro la conca d’oro, etc. Cioè senza i soldi degli utenti (che spesso rendono reali i soldi virtuali) non esistono imprenditori.
    Ma se gli utenti sono sudditi destinati ad essere per sempre sudditi queste cose (banali peraltro) non le capiscono.
    AH! finito il calcolo prova a riflettere su quanto ci guadagna – in altri settori – grazie alla visibilità che gli deriva dai palermitani che mantengono il Palermo. Che se la dovesse pagare ai media tutta quella pubblicità 365 giorni l’anno e a tutte le ore…

    Infine se pensi che i soldi sono suoi ed il Palermo è SUO, ammettiamo come dice la legge che è suo, allora quelli che ci tifano e si sgolano, si emozionano, piangono, viaggiano togliendo tempo alla vita familiare, ridono, e in più pagano, per una cosa che appartiene a zamparini (il centro conca d’oro è suo, l’ha fatto lui; non è che tifate per il centro?)… in quel caso si dovrebbe riaprire l’ospedale di via pindemonte.

    Il Palermo non esiste, ormai è un’illusione per allocchi nostalgici.

    Sicuramente Messina è uno di quelli che ha mantenuto in sella gente come il nano o cammarata, appunto….sprovveduti.

    Un luogo comune ed abusato (ma vero) recita che i tifosi di calcio sono COMUNQUE presi in giro perchè questi (i grossi imprenditori) fanno leva e sfruttano la passione, come la nostra, per il calcio e anno come dici tu che gioiamo soffriamo viaggiamo spendiamo. Bene. Detto questo, io credo che Zamparini rispetto a Berlusconi, Moratti, Garrone (della Samp)il gruppo FIAT, sia uno dei meno peggio, anche di Della Valle, Preziosi etc. E’ ovvio che la maggior parte del capitalismo italiano è un capitalismo dopato. Non è che hai scoperto l’acqua calda. In ogni caso è così, senno le squadre di calcio chi può gestirle? Fidel Castro, Chavez? no! Anche tutti gli arabi, indiani, russi che comprano squadre di calcio in Europa non è che sono no profit. Sono squali. Probabilmente anche Zamparini lo è, diciamo in maniera fisiologica rispetto allo strapotere di tutti gli altri. E’ uno schifo. Ora che sappiamo queste cose (non so dove hai preso tu il master in economia per scoprire queste cose ovvie) che facciamo? Ricorda fra l’altro che quello che tu dici con enfasi coinvolge tutta la nostra vita. Quello che mangi che respiri, dove lavori, i politici che voti, tutto è influenzato da porcherie talmente grandi che viene voglia di possedere una piccola bomba atomica. Io voglio tifare Palermo e sono convinto che con Zamparini lo posso fare senza “schifiarmi” perchè al contrario di come pensate voi lui in mezzo a tanti criminali è solo un piccolo ladruncolo che le spara grosse. (questo solo per banalizzare e per rendere l’idea). Non è così diabolico come pensi tu. Tutto qui. Quello che non condivido è l’odio profondo che provate per lui. le cifre che utilizzi per spiegare queste cose non so dove le prendi, non sono verificabili ma in ogni caso non dimostrano che lui stia consapevolmente fottendo tutti noi. perchè non è così. Sui cosiddetti campioni Io piuttosto sono contento di non essere tifoso di Milan e Inter o juve perchè lì i tuoi ragionamenti sarebbero anche i miei. Quello che è inaccettabile è il fatto che (per dire quello che sto dicendo) devo essere etichettato come un suddito o un servo. Io non sono suddito di nessuno. Noi non ci conosciamo, io non so cosa fai tu, probabilmente se ti conoscessi potrei concludere che tu sei servo di qualcuno o di qualcosa rispetto a elementi che non conosco. Siccome non è così non dico niente di te come tu non dovresti dire di me. Qui si parla di calcio e ci si divide se Zamparini è o non è un furfante. Secondo me non lo è secondo te si. Punto. Se posso ragionare ci si confronta sennò no. Mi fa piacere se condividi questo. altrimenti arrivederci…

    @lorenzo
    A GIGI ho spiegato quello che dovevo spiegare perchè mi ha insultato con moderazione a te che invece sei così aberrato mentale che con due parole (lui ne ha usate 2.000) mi hai liquidato ti rispondo che io sto al nano e a cammarata come tu stai alla stupidaggine e alla ignoranza. Eppoi, tra di noi quello che può votare queste persone – per come etichetti le persone – sei più tu che io

    Ottavio Messina, la tua presunzione meriterebbe migliore sostanza…
    per spiegare…

    Comunque ti informo che le critiche non erano rivolte a Zamparini che fa il suo mestiere, ma a quella parte di tifosi che si pongono con Zamparini in stato di sudditanza
    (che non è un’offesa sudditanza: rapporto di s. con il potere. Stretta dipendenza, subalternità: vivere in s. psicologica rispetto ad altri Sottoposto a un’autorità, a una sovranità politica: essere un leale s. dello stato. Chi fa parte di uno stato senza fruire dei diritti politici: si contrappone al cittadino)
    e nemmeno ho scritto servo, mai.
    Ti informo, e questo forse ti dispiace, che io non mi riferivo a te in particolare; anzi è la prima volta che ti vedo.

    @GIGI “la tua presunzione meriterebbe migliore sostanza” ……….non so cosa vuoi dire con questo. Io cerco solo di dire la mia senza la pretesa di avere ragione per forza (come invece tendi a fare tu). Non ha importanza comunque. Non passerò tutto il mio tempo a scrivere su una polemica inutile dove il solo punto in questione è stabilire se i tifosi che non condividono l’operato di Zamparini non siano suoi sudditi al contrario di tutti gli altri. E’ pazzesco. Ti ripeto, io volevo solo parlare di calcio sottolineando che non mi sento preso in giro da lui. E se tu dici che suddito non è un’offesa sono d’accordo con te. Ma nonostante le tue rassicurazioni io fatico lo stesso a considerarmi suo suddito. Anzi ti ribadisco che non lo sono affatto. Poi: perchè dovrebbe dispiacermi che non ti riferivi a me in particolare? Si può discutere credo sostenendo i propri punti di vista, anche essere criticati e rispondere senza mai per questo mancarsi di rispetto. Immagino che non saremo mai d’accordo ma fortunatamente non avremo più occasione di parlarne.

    E’ vero che nel web si leggono anche situazioni grottesche, ma si può sapere perché mi indirizzo a Ottavio Messina e risponde Giosuè credendo che il mio post era rivolto a lui? E mi parla come se fosse realmente Ottavio Messina !
    Sperando che non venga un altro nickname per rispondere.

    Ora capisco perché alcuni insinuavano maliziosamente che io fossi un altro che scriveva da Barcellona. “Cca cu è u cchiu fissa” (si fa per dire…) ha tre identità.

    Hai ragione scusami, ho utilizzato un portatile di un collega che si posta come Giosuè ed in effetti siamo anche in sintonia su molte cose, (quando torna se vuoi gli chiedo se si sente suddito di zamparini!! eh eh! 🙂 Scusami ancora, ti prego di attestare la mia assoluta buonafede. Non volevo sdoppiarmi. Ottavio Messina (P.S. Se domani perdiamo a Lecce – mi auguro di no – mi aspetto di leggerti già al 95°!!)

    ah ah ah… è generoso il tuo alter ego portatile 😀
    Che fortuna !

    Non scrivo mai al 95°; la trance agonistica mi dura diverse ore…

    Comunque penso piuttosto a un pareggio, minimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *