In trentamila al 'Barbera'| Cori e striscioni per la squadra - Live Sicilia

In trentamila al ‘Barbera’| Cori e striscioni per la squadra

I giocatori rosanero festeggiano la promozione in A

In un Renzo Barbera colorato di rosa e nero tutti i componenti della squadra a fine gara hanno fatto un giro di campo e festeggiato con i trentamila tifosi fra applausi e cori.

la festa rosanero
di
21 Commenti Condividi

PALERMO – Nonostante il pari casalingo, è stata ugualmente una giornata di festa in casa rosanero. Poco in effetti importava il risultato anche se l’obiettivo resta quello del record di punti in classifica. Festa doveva essere e alla fine festa è stata. Tifosi rosanero già in movimento dalle 10 di questa mattina, con “processioni danzanti” verso lo stadio Barbera. Il clou intorno alle 13, quando i tifosi palermitani – oggi in 30 mila – hanno iniziato a varcare i cancelli dello stadio Barbera.

Uno stadio così colorato e festante non lo si vedeva da tempo, e oggi è stato davvero bello riassaporare il gusto rosanero. Prima del fischio d’inizio cori in favore della formazione palermitana e striscioni in curva Nord. Poi la partita, i canti, le bandiere, la gioia per il gol e perché no anche la delusione per una vittoria che era solo la ciliegina sulla torta di una giornata perfetta. Al termine del match, tifosi rimasti sugli spalti e altra festa, questa volta in campo.

Lo speaker Massimo Minutella ha scandito i nomi di ogni singolo giocatore rosanero e all’americana i “promossi” sono tornati sul rettangolo di gioco per abbracciare i tifosi sugli spalti. Al ritmo di “We Will Rock You” dei Queen, i calciatori rosanero hanno continuato la festa in campo. A seguire l festa palermitana c’erano anche i cinquanta sostenitori del Lanciano che storicamente hanno visto la loro “prima” al Barbera. Se ne sono andati prima del grande coro per Beppe Iachini che come ai tempi di quando macinava chilometri “ufficiali” in campo da calciatore, questa volta si è dilettato in un giro di campo per salutare e ringraziare i fans rosanero. “Ce ne andiamo in serie A” hanno cantato a lungo tifosi e calciatori, poi la corsa sotto la curva, con il giro di campo finale sotto le note dell’ inno di Alamia e Sperandeo. Tra i più scatenati come sempre Belotti, Sorrentino e Troianiello, autentici show man di spogliatoio. Iachini dal campo infine ha lanciato un messaggio a tutta la tifoseria: “La serie A è vostra, l’avete meritata”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

21 Commenti Condividi

Commenti

    We are the Champions,,HAPPY, e ‘Nobody but ME”,,,,Auguri a tutti voi [ e che l`invidia crepi] !!!Have a fun summer…divertitevi ,picciuttazzi !!

    Godete pure adesso in quanto prevedo che durerà poco.

    Mago dell’etna non prendere impegni l’anno prossimo di sabato perche’ tanto gia’ lo so che l’anno prossimo giochi di sabato ale ale oo ale alee oo

    Eh, no caro il mio elefantino, questa volta non ci azzeccate più. Schiattate in serie B dove meritate di stare e soprattutto state muti. Il silenzio è amico della dignità. Invece questo gran parlare a vanvera in cui vi ostinate vi qualifica per quello che siete. Una massa di invidiosi. Ricorda, il silenzio paga. Dimenticate il Palermo. Campate più tranquilli senza di noi, fidati. Non vogliamo essere il vostro incubo. Buona BB. Fatevi i derby col Trapani e poi col Messina. Il vostro livello e’ questo!

    Caro mago dell’Etna anche io prevedo . Prevedo il cacania in serie B.

    il Mago Otelma ti fa un baffo! ahahahaah

    solo un erutto…del vulcano

    Oggi pasta alla bolognese

    Il Mago di che?

    si certo perché no…………….

    Caro elefantino, come rosichi! Ma non è meglio tacere che spararle grosse? Si chiama dignità! Impara, taci e goditi la BBBBBBB!

    obbiettivamente io non sono mai stato tenero con zamparini e con la squadra. ma credimi il livello di schifo che avete fatto voi quest’anno e’ a livelli massimi. ma che piu’ schifo non si puo’. presi a sberle ovunque e da chiunque. quindi caro maga della minch…………….. ARRIFFATI TU E TUTTA A TO RAZZA

    Dopo tutte le previsioni che hai azzeccato quest’anno, sento questa, penso all’anno prossimo, e già godo come un riccio.

    Se quest’anno Lazio e Roma non vi avessero regalato tre punti l’ uno oggi sareste ultimi e gia’ matematicamente in B. Comunque vada per voi la B e’ solo una categoria di passaggio, perche’ la vostra e’ una dimensione da lega-pro serie in cui militerete fra un annetto circa. Ora caro maghetto cerca di fare il miracolo.

    Mago dell’Etna

    Il Catania quest’anno mi é sembrato Melissa P.

    “”Cento colpi di pallone prima di andare in serie B”

    Va curcati

    Gadania in bbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbb

    Carissimo mago dell’Etna, quando prevefi che ci sia il deby cittadino con l’Acireale?

    Ascolta Maga Magò, l’anno scorso di questi tempi qui su Livesicilia tra i tanti post di sfottò di qualche tuo concittadino ce n’era uno molto spocchioso di un utente che concludeva con un “dimenticateci”…..ecco, ora dimenticateci voi e fatevi la serie B come ce la siamo fatta noi.

    Finalmente uno slancio di luigi….e comu fu?

    catania – entella questa la compro su sky sarà un partitone….ahahahah

    Ho sempre tifato Palermo; la prima volta allo stadio sono andato all’età di 8 anni; ho seguito il Palermo Olimpia contro il Partinicaudace durante quell’anno sciagurato, e ho avuto l’abbonamento in C2 e C1. Nonostante questo, da buon siciliano, mi dispiace che il Catania sia retrocesso e che l’anno prossimo non possiamo giocare (e magari vincere) il derby. Ho visto la partita di ieri e ho fatto due riflessioni:
    1) se il Catania avesse giocato con lo stesso ardore molte delle partite che ha perso forse non sarebbe sceso. Ma ogni retrocessione porta con se dei rimpianti; è stato lo stesso per il Palermo.
    2) sono contento che abbia fatto retrocedere il Bologna. Sono passati tanti anni ma ancora adesso non dimentico quella finale di Coppa Italia rubata dal Bologna grazie all’opera di Gonella. All’epoca ero un bambino e la tv era a bianco e nero, eppure ricordo come fosse avvenuto ieri, lo stadio che, durante la premiazione, in coro ripeteva: “ladri, ladri, ladri”. L’ingiustizia è un esperienza che segna un individuo (Freud non me ne vorrà).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.