La Fipet si rivolge al sindaco: |"Tuteli i commercianti regolari" - Live Sicilia

La Fipet si rivolge al sindaco: |”Tuteli i commercianti regolari”

Gli esercenti, stanchi di non essere ascoltati dall'assessore Mazzola, hanno consegnato un documento direttamente al primo cittadino.

ordinanza suolo pubblico
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Commercianti pronti al dialogo costruttivo sulla questione movida e suolo pubblico. Chiedono tolleranza ed elasticità nei confronti dei regolari e l’esatto contrario per gli abusivi. Gli esercenti del centro storico, riuniti sotto la Fipet presieduta da Roberto Tudisco, hanno bypassato l’assessore al ramo, Angela Mazzola – che a loro dire non avrebbe mai ascoltato le problematiche sollevate dai commercianti – e si sono rivolti direttamente al sindaco Bianco che hanno fermato per le scale di Palazzo degli elefanti pur di poter affermare le proprie ragioni. Che hanno a che vedere con l’ordinanza sindacale dello scorso 9 marzo che regola la concessione, e le sanzioni, relative al suolo pubblico.

“L’ordinanza contestata ha segnato un solco profondo nel rapporto amministrazione-commercianti – afferma Tudisco – e intendiamo comprendere le motivazioni politiche di tale rottura e richiamare l’attenzione sullo stato comatoso del commercio cittadino. Queste nuove regole che comportano sanzioni gravose come la revoca della concessione del suolo pubblico per l’anno in corso e per l’anno successivo e dai 5 ai 15 giorni di chiusura dell’attività interna – prosegue – rappresentano un fortissimo inasprimento. Inoltre, in questa ordinanza, non si distingue tra abusivi e commercianti in regola e, di fatto, è più severa proprio nei confronti dei regolari”.

Considerazioni che la Fipet avrebbe voluto riportare all’assessore Mazzola, insieme al documento, preparato con l’ausilio degli avvocati Camilleri e Modena, con le proposte per mitigare l’atto.Ma che ha consegnato direttamemnte al sindaco che, a breve, dovrebbe finalmente ricevere i commercianti.”Abbiamo scelto di appellarci al sindaco perché il rapporto con l’assessore Mazzola non è più sereno – spiega ancora Tudisco. Proprio al fine di fare chiarezza sulla vicenda abbiamo sentito la necessità di chiedere un confronto diretto con il primo cittadino”.

Sarà lui, dunque, a valutare il contenuto del documento preparato dalla Fipet, in cui si richiede una modifica dell’ordinanza: in particolare viene chiesta tolleranza del 10 per cento sullo sconfinamento del suolo pubblico e di mitigare le sanzioni in caso di violazione. “Che si chiuda l’attività al quinto verbale – evidenzia Tudisco – e non al primo e che non si tolga la possibilità ai regolari di aver concesso il suolo, che ci sembra una pazzia. Di contro – continua – chiediamo di inasprire le sanzioni contro chi è abusivo. Siamo in attesa di risposta dal sindaco al quale abbiamo chiesto di ricevere tutti noi, tutti noi regolari che abbiamo investito in questa città”.

 

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *