Interdizione a Berlusconi| Condanna a due anni - Live Sicilia

Interdizione a Berlusconi| Condanna a due anni

La Corte d'Appello di Milano ha determinato in due anni l'interdizione ai pubblici uffici per Silvio Berlusconi condannato definitivamente a 4 anni di reclusione per la frode fiscale nel processo Mediaset.

processo mediaset
di
1 Commenti Condividi

ROMA – La Corte d’Appello di Milano ha determinato in due anni l’interdizione ai pubblici uffici per Silvio Berlusconi condannato definitivamente a 4 anni di reclusione per la frode fiscale nel processo Mediaset. La sentenza giunge dopo il rinvio per ricalcolare la pena accessoria deciso dalla Cassazione lo scorso primo agosto.

La terza Corte d’Appello di Milano, nel determinare in due anni di interdizione dai pubblici uffici la pena accessoria per Berlusconi, ha accolto in pieno la richiesta dell’avvocato generale Laura Bertolè Viale. I giudici, che depositeranno le loro motivazioni entro 15 giorni, nel riquantificare l’interdizione hanno ridotto di un anno il massimo della pena prevista dalla legge speciale relativa ai reati fiscali. In primo e secondo grado il Cavaliere, oltre ai quattro anni di carcere per frode fiscale, si era visto infliggere 5 anni di pena accessoria in quanto era stata applicata la legge ordinaria. Ma lo scorso primo agosto la Cassazione, pur avendo confermato la pena principale, aveva rinviato alla Corte d’ Appello il procedimento solo per la parte relativa alla rideterminazione della pena accessoria, ritenendo appunto si dovesse applicare la legge speciale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    E ora forza avanti con l’abbandono vediamo chi sono i primi a osservare il momento sembrerebbero avvantaggiati i Alfano & solo che questi non hanno ne soldi ne voti ma tantomeno idee i vari miccichiani non solo nom hanno le cose dette prima ma nemmeno il coraggio di rivolgersi ai suoi elettori chi resta?Cascio promessa da sempre delusione acclarata con l’agravio di una richiesta di procedimento penale come altri personaggi noti resta Misuraca inconcludente da sempre messo come marionetta fin dai tempi del suo primo incarico agl’enti locali che grazie a Marinese riuscì a non fare magre a iosa chi resta forse la ex sindaco di Cefalù che nell’ultimo periodo grazie al defilarsi di tanti (che aspettano dove collocarsi)e non vanno nelle trasmissione televisive lei li presenzia tutte rendendo palese la sua pochezza a noi poveri cristi dopo la delusione Grillina e quella copernicana di Crocetta non resta che EMIGRARE quando passa il prossimo treno quando partiamo quando arriviamo sono tanti i misteri dell’universo voi fate domande e gl’altri non danno risposta ma quando si mangia quando quando ……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *