Lorenzin ancora su Nicole: | "A Catania tanti errori" - Live Sicilia

Lorenzin ancora su Nicole: | “A Catania tanti errori”

Il ministro Beatrice Lorenzin

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin (nella foto) annuncia che partorirà in un ospedale pubblico di Roma. E torna sul 'caso Sicilia'.

Il ministro della Salute
di
12 Commenti Condividi

ROMA– “Chiamerò i gemelli Lavinia e Francesco. Partorirò in un ospedale pubblico di Roma ma non dirò quale per motivi di privacy dei miei figli”, così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ospite di Corrado Formigli a Piazzapulita su La7. “Sul caso di Catania, (la vicenda della piccola Nicole, morta in ambulanza alla ricerca di un posto in ospedale, ndr) come ministro, mi interessa che la catena di errori, tanti, non debba più ripetersi in un’emergenza neonatale. Il sistema di informatizzazione a Catania non c’è ancora, nonostante la norma nazionale lo preveda. Ma gli ostacoli posti dalle regione Sicilia rallentata l’applicazione della norma, per questo ho già preso l’impegno e chiesto alla Sicilia di farlo entro giugno”.

(Fonte ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    Si …… entro giugno! E chi dovrebbe farlo? La partecipata della Regione “Sicilia e Servizi”? Quella commissariata dal dott.Ingroia che doveva creare il CUP unico regionale? La stessa che doveva mettere a punto il cruscotto direzionale in Assessorato? La stessa che non permette ancora la gestione della ricetta elettronica? Ecc ecc ecc. Allora…..buonanotte!

    Questi progetti dovevano essere pronti già conclusi e collaudati nel 2013.
    A Sicilia e-Servizi sconoscono “la contabilità di Stato”, cosa vuol dire Direzione Lavori, e navigano a vista. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    il ministro non ha detto di quale anno…..

    Lorenzin comincia a nominare il commissario straordinario per la sanità a giugno Crocetta e i suoi andranno a mietere il grano(se ancora ce ne sarà perché hanno bruciato tutto) figurarsi l’informatizzazione.

    Quindi di commissario non se ne parla più, non si capisce con quale coscienza la borsellino rimane attaccata alla sua poltrona, vergogna. Piccola Nicole riposa in pace, ci sarà una giustizia divina che farà il suo corso.

    Qua non si tratta di informatizzazione nè di altro. Non so ai protagonisti della vicenda cosa sia passato per la testa, e sinceramente inizio a dubitare anche delle condizioni di partenza della bambina, perché qualsiasi persona di buonsenso, dal più ignorante degli analfabeti al premio Nobel per la medicina, vedendo una neonata in condizioni gravi, l’avrebbe portata a velocità di un fulmine nel pronto soccorso più vicino. Anche a piedi se non c’era altro modo. Per il resto, di tutto quello che non va nella sanità in Italia per colpa dei nostri politicanti, ne possiamo parlare fino alla fine dei nostri giorni.

    La Lorenzin la smetta di gettare fango sulla Sicilia e faccia i fatti,ormai è da settimane che sbraita contro il sistema sanitario siciliano,ma i fatti??Le conseguenze??I responsabili??I provvedimenti??Certo non dimentichiamoci che è un Alfanghiana,quindi cosa ci possiamo aspettare??Tutto si spegnerà piano piano,e la piccola Nicole riposerà in pace.VERGOGNA!

    …….speriamo che arrivi un commissario/a serio che faccia qualche cosa alla svelta per la sicilia, perchè abbiamo bisogno del fare e fare subito.

    La Borsellino rimane attaccata alla poltrona, vero… invece la Lorenzin cosa dovrebbe fare? Altro che dimissioni.

    Alla fine dispiace dirlo, con grande delusione, ma forse un commissario lontano dagli intrighi e dagli interessi particolari e potenti che ristabilisca le regole della “pubblica amministrazione” e blocchi le regole degli “amici dell’amministrazione”

    Giugno?? BASTA subito con questa gestione ignorante della sanità in Sicilia. L’Assessore si deve dimettere

    Manca l’informatizzazione a CT ? E nel resto della Sicilia ??? Qualcuno dica alla Lorenzin che più ancora della informatizzazione mancano …..i letti nei reparti!!!!….mancano i materiali di consumo nelle sale operatorie e negli ambulatori , mancano i primari, mancano gli anestesisti per operare, mancano i medici e mancano gli infermieri che non riescono più a coprire tutte le attività nei reparti ospedalieri e negli ambulatori ……manca la carta igienica, e manca pure quella per asciugarsi le mani, manca il toner per le stampanti e per le fotocopiatrici…insomma fra un pò mancherà anche l’aria per respirare negli ospedali, mentre cresce la burocrazia, le carte da firmare e da timbrare, da leggere, da scrivere e da notificare…..e sono sempre troppi, ma proprio troppi tutti quelli che si sono rintanati al “sicuro”dietro le scrivanie dei comodi uffici delle amministrazioni ASP: “Preziose mani rubate alla vanga” avrebbe detto qualcuno. Quel numero esagerato di mani oggi vengono usate per digitare comodamente davanti ad un computer e per realizzare “progetti” fantasiosi con i quali fare lievitare la loro già troppo immeritate buste paga.
    Questo qualcuno dovrebbe dire alla Lorenzin. E dovrebbe anche dirle che questo è vero non solo per CT e per la Sicilia ma anche per tutto il resto d’Italia. Che la finiscano di prenderci in giro una volta per tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *