Malafarina: "Niente inciuci" - Live Sicilia

Malafarina: “Niente inciuci”

Antonio Malafarina, deputato regionale del Megafono, replica all'articolo di Eliodoro e rilancia: "Chi si accosta deve esibire un certificato penale ed un passato puliti e accettare quello che tanti siciliani pretendono".

LA REPLICA
di
6 Commenti Condividi

Non amo far polemiche , specie con chi si trincera dietro pseudonimi che gli consentono critiche senza metterci la faccia , ma nel caso di Eliodoro ( mago che la leggenda accusa di aver devastato Catania conducendo un elefante ) non è possibile accettare che si ripeta un mito infausto . Ed infatti di miti ,di giustizialismi e di magie , o meglio di suggestioni e di fango si tratta . Basta aver sfiorato Lombardo e averne condiviso un’ idea politica per diventare paria , per creare una categoria di nuovi intoccabili che – guai a loro – rischiano di contaminare anche chi nutre speranze di cambiare questa Sicilia, trasformandoli per magia in somari da montare per raggiungere traguardi ore poltrone. Ma l’idea del Megafono , di Crocetta, di Lumia ed anche la mia sono cose diverse: chi si accosta deve esibire un certificato penale ed un passato puliti e accettare quello che tanti siciliani pretendono. Una politica che sia al servizio della gente , che ridia a questa terra speranza dignità e futuro. Ed io non sono disposto a fare inciuci con nessuno e a rimetterci la faccia dopo più di trent’anni di lotta a soprusi e malaffare. Questi sono i patti con Bianco : sostegno a condizione che ci sia trasparenza e legalità , che Catania viva una nuova stagione di rinascita e di sviluppo , dove tutti siano cittadini con pari dignità e pari occasioni , dove non ci siano sprechi e clientele e che ridia alla nostra città quel ruolo e quella vivibilità che ha perso. È per questo abbiamo aperto le nostre liste su internet ed avviato incontri con la società civile e le forze produttive , proprio per dare voce alla gente normale. È per questo che sono riuscito a dialogare ancora con i grillini, ed a riprendere le fila di un progetto che a Roma sembrava morto e sepolto. Dialoghiamo con quelli vogliono condividere un progetto chiaro e pulito. E chi non ha idee e speranze non dica che l’uva è acerba o marcia. Altro che Lombardo ,lombardiani ed inciuci.

Antonio Malafarina

Deputato regionale Megafono

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Miii…ma chi te l ha scritto l articolo onorè?
    Complimenti…forse almeno c è la speranza che qualche laureato e disoccupato cronico possa lavorare…scrivendo le repliche ad ignoranti e presuntuosi che fan finta di conoscere la mitologia….
    È bravo novello San Leone….forza sconfiggi Liotru….

    dico solo che lei è in malafede in ciò che scrive….conosciamo bianco tanto quanto lombardo….quindi lei è della stessa pasta e palesemente ribadisco in malafede!!!

    Dott. Malafarina,intanto le dico che mi è piaciuto ciò che ha scritto.

    POI VORREI SUGGERIRLE,CHE GLI ANONIMI VANNO CONSIDERATI TALI,NULLA DI MENO NULLA DI PIù-

    quante parole per dire che l’operazione Megafono, almeno a Catania non è altro che la ricerca di un mero risultato elettorale ,in spregio a tuti i proclami di Crocetta .Imbarcare vecchi protagonisti della politica catanese alla ricerca di posizioni personali è l’attività quotidiana che si svolge presso la sede della Presidenza della Regione a Catania,vedere per credere, basta trascorrere qualche ora d’avanti l’ingresso e si capisce ciò che sta succedendo.NUOVI PADRONI VECCHI SERVI
    .

    Eh si….proprio vero… Nomen omen…. Malafarina e Volpe……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.