Museo del Mare, Bianco: |"Chiuderlo è un atto di miopia" - Live Sicilia

Museo del Mare, Bianco: |”Chiuderlo è un atto di miopia”

Il candidato sindaco di Catania Enzo Bianco commenta la chiusura da parte dell'Amministrazione comunale della struttura deciso dalla Giunta Stancanelli. "Trascuratezza nei confronti di un settore economico, quello del turismo, - sottolinea - che andrebbe invece valorizzato"

TURISMO
di
4 Commenti Condividi

Catania – “La chiusura del Museo del mare da parte di Stancanelli rappresenta un atto di gravissima miopia e di trascuratezza nei confronti di un settore economico, quello del turismo, che andrebbe invece valorizzato al massimo”. Lo ha affermato il candidato sindaco di Catania Enzo Bianco commentando la chiusura da parte dell’Amministrazione comunale della struttura deciso dalla Giunta Stancanelli.

“Tre anni fa – ha spiegato Bianco – non solo il Museo del mare, ma il Museo Belliniano-Emilio Greco e persino il Museo civico del Castello Ursino, con un colpo di penna furono fatti diventare dall’Amministrazione Stancanelli servizi a domanda individuale. Ciò comportava che recuperassero il 36% dei costi di esercizio, ma era prevedibile che questo non sarebbe stato possibile senza un’operazione di rilancio che passasse da un’adeguata programmazione anche promozionale. Che, ovviamente, non c’è stata. Così il Museo del mare è soltanto la prima vittima di questa scelta perversa, che tra l’altro va a colpire l’identità stessa di un importante quartiere storico catanese, quello di Ognina, che nel 2000, sotto la mia sindacatura, aveva fortemente voluto questa struttura in cui avevano trovato posto attrezzi e utensili per la pesca e nautici donati dai pescatori, splendide conchiglie e rari reperti archeologici”.

“Leggere adesso sul sito del Comune la descrizione del Museo – ha concluso Bianco – mette angoscia e tristezza: sembra ormai soltanto una necrologia. Ma bisogna impedire questo delitto”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Appena un lampo di luce pare vedersi nella nostra città con il bellissimo museo del gioco scientifico e dell’exibit didattico appena aperto presso il polo commerciale centro sicilia , come per una legge dell’equilibrio dell’ignoranza una struttura altrettanto bella viene chiusa. Ormai l’era dei musei civici dai costi spaventosi deve finire bisogna lasciar fare agli imprenditori privati di buona volontà e professionalità.

    Caro Bianco , Lei coerenza zero vero? anni addietro quando i catanesi non l’hanno votato aveva detto : io con Catania HO CHIUSO mi ritiro dalla politica siamo qui a parlere ogni campagna elettorale anche di quasrtieri e Lei sempre presente che vuole essere sempre candidato. Io mi chiedo Lei, la coerenza o la faccia tosta siete uguali, ma si ritiri e lasci spazio ad altri più giovani, quando Lei era Sindaco a Catania tutti lo ricordano il sindaco delle fioriere e dica quantomeno la verità, quanti debiti ha lasciato a Catania ed ai catanesi, ed ancora ha il coraggio :lei e Leanza ancora di riprovarci sulla pelle dei cittadini VERGOGNA

    Un altro anonimo, che si firma catanese e che dovrebbe vergognarsi lui di nascondersi. Piuttosto che parlare genericamente di giovani, perché non facciamo dei nomi, così ridiamo subito. Quanto ai fiori e ai debiti, che siano menzogne è sotto gli occhi di tutti. Solo i mestatori possono negarlo

    …caro “catanese” non ti vergogni di firmarti così quando parli di Catania e di Enzo Bianco? …di che cosa vai orgoglioso? dell’attuale silenzio sceso su Catania a Causa di amministratori incapaci e servi di ben altri padroni? …ai tempi di Enzo Bianco eravamo un esempio per l’Italia, oggi siamo il termine di paragone della mala gestione.
    p.s. invece di sputare sentenze a comando, vatti a leggere le carte (quelle vere e non quello che leggi sul giornale del padrone) e vedrai che stai solo delirando.
    …si, u catanisi, uora i pottunu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *