Nucifora resta saldo in carica| Assolto da ogni accusa - Live Sicilia

Nucifora resta saldo in carica| Assolto da ogni accusa

Il sindaco di Fiumefreddo di Sicilia era imputato con l’ex funzionario comunale Vecchio.

IL PROCESSO
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Tira un sospiro di sollievo il sindaco di Fiumefreddo di Sicilia, Sebastiano Nucifora, assolto pochi minuti fa dai giudici della terza sezione penale del tribunale di Catania. Il primo cittadino, a rischio decadenza come prevede la legge Severino, era imputato per abuso d’ufficio in concorso con l’ex funzionario comunale dell’area lavori pubblici, Giuseppe Vecchio, anch’egli assolto. Il presidente della terza sezione penale, Maria Pia Urso, dopo una brevissima camera di consiglio durata poco più di dieci minuti, ha pronunciato la sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste, accogliendo le tesi dei legali della difesa Walter Rapisarda, Enzo Trantino e Mirko La Martina. La Procura di Catania aveva chiesto per entrambi una condanna ad un anno e sei mesi. Si chiude oggi un lungo iter giudiziario il cui esito, soprattutto dopo la recente rielezione a sindaco del comune ionico, aveva tenuto con il fiato sospeso. La vicenda, più volte cavalcata dall’opposizione, aveva infiammato anche la recente campagna elettorale.

Nonostante la soddisfazione per l’assoluzione nessuna dichiarazione per Sebastiano Nucifora, che affida il compito al proprio avvocato, Walter Rapisarda. “È una sentenza che, attraverso la formula il fatto non sussiste, consacra la piena legittimità dell’operato del sindaco Nucifora – dichiara il legale – la cui amministrazione era stata l’unica a bandire una gara ad evidenza pubblica per l’affidamento dei lavori di manutenzione di una rete idrica troppo vecchia e malandata per fronteggiare adeguatamente i bisogni della comunità”. E grande soddisfazione per l’esito del processo la esprimono anche gli avvocati di Giuseppe Vecchio, Enzo Trantino e Mirko La Martina. “Finalmente – commenta La Martina – dopo anni di una vicenda giudiziaria estremamente complessa è stata fatta giustizia”.

L’INCHIESTA – È il marzo del 2013 quando il gip di Catania Giovanni Cariolo rinvia a giudizio Sebastiano Nucifora e Giuseppe Vecchio. Per l’accusa i due pubblici ufficiali, nella veste rispettivamente di sindaco e di dirigente dell’area lavori pubblici del comune di Fiumefreddo di Sicilia, avrebbero procurato un ingiusto vantaggio patrimoniale alla ditta locale “Costruzioni Meccaniche Speciali”, affidandole tra il 2006 ed il 2010, senza alcuna gara d’appalto, il servizio di manutenzione della condotta idrica comunale. Ma per la difesa sarebbe stato l’unico modo per fronteggiare una situazione che avrebbe potuto creare grave pregiudizio per la pubblica incolumità. A riprova della buona fede degli amministratori, sempre secondo la difesa, la gara pubblica indetta nel 2005 proprio per affidare il servizio. La ditta vincitrice rinunciò poco dopo ritenendo quegli interventi non di natura ordinaria ma specialistica.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.