Palermo e il Covid, nel cuore del 118: 'Ecco i casi più gravi' VIDEO - Live Sicilia

Palermo e il Covid, nel cuore del 118: ‘Ecco i casi più gravi’ VIDEO

Nella sala operativa il telefono continua a squillare: "Su 500 chiamate l'80% è legato al virus"
LA PANDEMIA
di
0 Commenti Condividi

I più gravi sono i non vaccinati e i vaccinati con due dosi ma affetti da altre patologie. Siamo entrati nella centrale operativa del 118 a Palermo, dove i telefoni squillano di continuo. Delle oltre 500 chiamate giornaliere almeno l’80 per cento si riferisce a casi Covid. Secondo le previsioni del Cnr, il picco dei contagi in Sicilia sarà raggiunto nei prossimi giorni ma le ambulanze sono già tutte impegnate. Molte attendono a lungo fuori dai pronto soccorso e il servizio è in difficoltà, come confermano gli operatori del 118: “I soccorritori nelle ambulanze si sacrificano in maniera eroica – racconta un infermiere – perché si svestono dalle protezioni, sanificano e ripartono subito. Siamo sotto pressione ma alla quarta ondata ci siamo ormai abituati. Il sistema regge”. 

Come si procede dopo la chiamata

Dopo la valutazione dei soccorritori, i pazienti meno gravi vengono invitati a contattare il medico di famiglia, così da attivare l’intervento delle unità speciali di continuità assistenziale Covid. “Cerchiamo di evitare l’ospedalizzazione quando possibile – spiega un operatore – sia perché ci sono pochi posti letto, sia per il disagio di un ricovero senza alcuna possibilità di visita per i familiari”. Eppure il numero dei pazienti affetti da Covid è ancora troppo alto. 

CONTINUA A LEGGERE SU LIVESICILIA


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.