De Zerbi salva la panchina | Al suo fianco spunta Simic - Live Sicilia

De Zerbi salva la panchina | Al suo fianco spunta Simic

Zamparini non cambia nulla sulla panchina del Palermo dopo il summit odierno. L'ex Inter nello staff.

calcio - serie a
di
15 Commenti Condividi

PALERMO – Un incontro per stabilire quale può essere il compromesso per proseguire l’avventura, giunta già ad un punto di non ritorno nonostante manchino sei mesi e venticinque giornate al termine del campionato. Maurizio Zamparini, Roberto De Zerbi e Daniele Faggiano: i tre pilastri del Palermo a confronto per discutere di quello che, con ogni probabilità, è il momento più critico della storia quindicennale del patron friulano in sella al club di viale del Fante. Sei sconfitte consecutive non le aveva mai collezionate nessuno da quando il burbero Maurizio prelevò la società dalle mani del tandem Sensi-D’Antoni, e tutti erano pronti a celebrare l’ennesimo esonero della sua lunga storia di presidente di una squadra di calcio. Persino quelli che avevano creduto e dato credito alle parole dello stesso Zamparini, il quale, nella settimana che ha preceduto il ko di Bologna, ha chiaramente detto di “non aver mai dato fiducia ad un allenatore come a De Zerbi”.

Esonero in arrivo per il tecnico bresciano? Macchè. Sarà ancora l’ex allenatore di Darfo Boario e Foggia a guidare il Palermo nella settimana che condurrà ad un’altra sfida cruciale. Domenica, all’ora di un pranzo che si spera non diventi ancora una volta indigesto, arriverà la lanciatissima Lazio di Simone Inzaghi. Proprio quella Lazio, e quell’Inzaghi che la sera del 10 aprile scorso inflisse una sconfitta che sembrava aver dato la mazzata definitiva alle speranze di salvezza della squadra, allora guidata da Walter Novellino. Alla fine per i rosa le cose andarono bene nonostante quella batosta, in una notte rovinata anche dai disordini avvenuti sugli spalti che indussero l’arbitro a sospendere un paio di volte la gara. Ma c’è da pensare al presente e soprattutto al futuro, sia di Palermo che di De Zerbi. Presente e futuro che vanno valutati partita dopo partita, e considerando sia il periodo nero da cui viene la squadra che la classifica, non può essere altrimenti.

Si prosegue con De Zerbi, dunque. E non è da escludere che durante il meeting di Vergiate, il tecnico bresciano abbia provato ad avanzare anche qualche richiesta di mercato, approfittando della presenza del patron Zamparini e del diesse Faggiano. Più di una volta, l’ex fantasista di Napoli e Catania ha sottolineato il fatto di essersi ritrovato a guidare una squadra non costruita e non preparata fisicamente e atleticamente da lui. Un concetto che potrebbe aver indotto il club di viale del Fante a concedere tempo al proprio allenatore, quantomeno fino alla conclusione della finestra invernale di mercato, durante la quale potrebbero arrivare elementi più funzionali allo stile di gioco di De Zerbi, al quale – va detto – si può rimproverare il fatto di aver cambiato undici schieramenti di partenza (con diversi moduli adottati) in altrettante apparizioni alla guida del Palermo.

Ancora una settimana di tempo per De Zerbi. Una settimana in cui andranno preparate ben tre partite, visto che dopo la sfida domenicale contro la Lazio tornerà la Tim Cup, con la sfida contro lo Spezia di mister Di Carlo, prima del terzo match in sette giorni, quello del “Franchi” contro la Fiorentina di Paulo Sousa. Fallire ancora una volta e non ritrovare il feeling con la vittoria, questa volta, potrebbe essere fatale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    E’ un errore tenerlo. Ma ormai è irrilevante. Il danno è fatto. Tra mantenere lui e prenderne uno nuovo non so se cambierebbe qualcosa. Tanto vale tenersi questo, anche in vista della prossima stagione. Anche se non nascondo che mi piacerebbe vedere all’opera questa squadra con un allenatore che gioca un pò più coperto. Probabilmente avrebbe fatto bene. Certo che quando si arriva alle richieste di mercato per gennaio, è un altro segnale che De Zerbi è alla frutta. Undici formazioni diverse per capire che la rosa era inadeguata al tuo gioco? E oggi viene a chiedere altri giocatori? L’allenatore dovrebbe adeguarsi alla rosa e non la rosa all’allenatore. Se sai che certe cose non le puoi fare, non farle. Se c’era un certo equilibrio al momento del tuo arrivo, mantienilo (come aveva fatto all’inizio e funzionava pure). Col tempo perfezioni le tue idee, ti fai fare gli acquisti giusti e poi proponi il tuo calcio champagne. Oggi invece c’è rimasto solo il tappo dello champagne che si son bevuto le altre squadre passeggiando sopra le macerie rosanero. Queste sono le colpe precise di questo allenatore. Sento parlare di questa clausola rescissoria. Se realmente è riuscito ad imporre questa clausola a Zamparini, vuol dire che il vecchio si è emeritamente rincoglionito. Mi chiedo perchè non lo hanno fatto gli altri. A quest’ora avremmo avuto ancora mister Iachini in panchina. O Ballardini. Non bevevamo lo champagne, ma gol non se ne prendevano e con Nestorovsky la classifica sarebbe stata altra. Mimmo da Agrigento

    Dimenticavo. Ma la veste di Simic qual’è? Ditemi che non siamo arrivati all’affiancamento del mister. Non lo può esonerare e lo fa affiancare? Mimmo da Agrigento

    Colui che dà consigli a quello che consiglia a quell’altro che consiglia a De Zerbi. ZAMPARINI VERGOGNA SENZA FINE.

    L’aricolo dice: “Maurizio Zamparini, Roberto De Zerbi e Daniele Faggiano: i tre pilastri del Palermo…”; io direi i tre che hanno rovinato il Palermo e che lasceranno il ricordo più amaro di questa ultima indegna gestione societaria.

    Aiuto traghettatore per la B

    De Zerbi ha trovato la galina dalle uova d’oro, esegue gli ordini e intasca milioni. Certo, si brucia per la serie A (dove comunque non sarebbe mai arrivato), ma poi tornerà ad allenare in C con un bel gruzzoletto da parte.

    Non capisco le critiche ad un allenatore che fa giocare la squadra. Solo che i giocatori sono questi e il livello è basso. Semplicemente è una rosa da serie B e solo un miracolo la può salvare.

    Siamo felici che Dario Simic, che ha militato nell’Inter tra il 1999 ed il 2002, sia approdato al Palermo. In quanto ex Inter nobiliterà con la sua presenza lo staff tecnico rosanero.

    È’ proprio invecchiato il nostro Presidente, tenersi un allenatore dopo disfatte del genere non è’ da lui. Sarebbe stato meglio la Zampa mangia allenatori in questo caso, peccato, con questo andiamo dritti in B. L’ho detto in qualche altro post, prima non prenderle se vogliamo salvarci, ammesso che siamo ancora in tempo.

    – L’ingresso nello Staff tecnico di Simic, in qualità di curatore della fase difensiva, rappresenta un’ammissione di responsabilità di De Zerbi nello specifico.
    – Con quale spirito pensate che De Zerbi possa preparare la prossima sfida con la Lazio se il suo livello di autorevolezza e credibilità è stato messo in discussione dal Presidente ?
    – Già De Zerbi si crede un allenatore e affermato da Serie A (anche se dichiara apparentemente di essere umile) e pare un pò montato, come accetterà i consigli di Simic sull’assetto difensivo ?
    – Per sua fortuna De Zerbi non ha nulla da perdere perchè conta sull’ingaggio (1 milione di euro a stagione) e sulla clausola in caso di esonero (di 500.000 euro), pertanto è ipotizzabile un suo “disimpegno morale” a seguito dell’idea del Presidente di “affiancargli” Simic.
    – Un’ennesimo pasticcio, un’altra ZAMPARINIADE !!!!

    Sicuramente domenica con la Lazio le cose cambieranno. Sconfitta per 5 a 0.

    Zamparini se ne frega della tifoseria oltre della squadra.

    Un’idea per risparmiare: facciamo uno scambio di allenatori con il Trapani

    Ma state dormendo tutti quanti? L’allenatore non ha colpe possiamo metterci l’allenatore più bravo del mondo. Il Sig. Zamparini sa bessimo che i giocatori che scelto sono stati presi con lo scopo di risparmiare, sa pure che questa squadra non potrà giocare neanche in serie B. Quindi a Gennaio o rifonda in toto la squadra con giocatori degni della serie A, oppure questa squadra è destinata sicuramente alla serie dilettanti.

    Concordo. Cmq non credo che a Gennaio acquisti calciatori utili alla salvezza già abbiamo esperienza negativa del Gennaio 2012,2015 in cui fece solo promesse sugli acquisti ma poi non acquisto gente valida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *