Riparte a Palermo il festival de Le Vie dei Tesori - Live Sicilia

Riparte a Palermo il festival de Le Vie dei Tesori

Previste 150 attività tra visite, passeggiate ed esperienze
DAL 30 SETTEMBRE
di
0 Commenti Condividi


E’ stato presentato oggi a Palazzo delle Aquile, il Festival che giunge quest’anno alla 16esima edizione. Dal 30 settembre al 30 ottobre sono 150 attività tra visite, passeggiate ed esperienze. Si snoderanno su cinque weekend, sabato e domenica con l’aggiunta del venerdì per le scuole.

La modalità di partecipazione è la stessa delle edizioni passate, sarà possibile acquistare i coupon online o presso gli infopoint in città. Svelate le novità di questa edizione nel corso della conferenza stampa, alla quale hanno partecipato Il Sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, il magnifico Rettore dell’Università di Palermo Massimo Midiri, e i principali attori istituzionali e culturali partner del progetto.

Le dichiarazioni

Il Sindaco di Palermo, ricordando la nascita del progetto in seno all’Università di Palermo, ha promesso che “la vera sorpresa per i visitatori sarà avere la città pulita. Qualcosa che nessuno ha mai visto”.

L’Assessore alla rigenerazione urbana del Comune di Palermo, Maurizio Carta, che aprià per la prima volta la sede dei suoi uffici ha sottolineato: “La molteplicità di emozioni che si sprigionano durante il festival”.

Nicola Farruggio, presidente di Federalberghi Palermo che quest’anno sostiene il festival donando agli ospiti degli Hotel coupon per l’accesso alle visite, ha precisato che “Questa edizione la sosteniamo privatamente come albergatori, sarebbe interessante lavorare per mettere a sistema una forma di sostegno che utilizzi il tesoro che mettiamo da parte ogni anno con la tassa di soggiorno”

Coinvolta anche Confcommercio che mette a disposizione le vetrine dei negozi per raccontare il Festival “Le Vie dei Tesori producono economia, e sostenerli significa sostenere l’economia della bellezza”. Dichiara Patrizia Di Dio, presidente Confcommercio Palermo.

“E’ un atto d’amore corale della città”, racconta Laura Anello, Presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori. ”Noi non apriamo luoghi ma li raccontiamo, per costruire insieme ai cittadini una memoria collettiva.”

Le novità

“Si potrà salire su Porta Nuova, si entrerà nel carcere Ucciardone e nell’aula bunker che ospitò il maxiprocesso, si scoprirà il Gasometro. Sono previsti tour in chiese inedite del centro storico, in luoghi strappati alla mafia e rigenerati con i cittadini.  Teatralizzazioni e mostre negli antichi palazzi, sax tra i reperti archeologici, palco al Castello a mare, forum internazionale con l’Università e ritorna per le scuole il festival KIDS.” ci racconta Laura Anello nel contributo video.

Grande novità dell’anno, una App agile e funzionale, scaricabile gratuitamente, dove trovare le informazioni, acquistare i coupon, avere in tempo reale le notifiche sull’ultimora.

Non solo Palermo

Il programma del festival fa tappa anche a Catania, dove il festival partirà sabato 1; e, fino al 16 ottobre, insieme a Carini e Cefalù, Ragusa e Scicli e per la prima volta anche ad Alcamo.

Il festival è già in corso

Il prossimo sarà l’ultimo weekend delle tappe del Festival che hanno aperto le porte dei tesori di Bagheria, Marsala, Termini Imerese, Trapani, Mazara del Vallo, Caltanissetta, Messina, Enna.
 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.