Storia di violenza al campo nomadi |Fermato 29enne per tentato stupro - Live Sicilia

Storia di violenza al campo nomadi |Fermato 29enne per tentato stupro

Adrian Muti

Le urla sono riuscite ad attirare l'attenzione del marito della vittima, che il giorno dopo ha raccontato tutto ai carabinieri.

i fatti risalgono al 13 aprile
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – L’aveva puntata non appena era arrivata al campo nomadi. Una vera e propria preda da conquistare a tutti i costi, anche con la violenza. Adrian Muti, 29enne romeno (finito in manette questa mattina), avrebbe approfittato lo scorso 13 aprile della confusione di una festa di compleanno per portare nella sua baracca una giovane 23enne, figlia della festeggiata, tentando di violentarla.

L’assenza della donna però non è passata inosservata: le grida infatti sono giunte all’orecchio del marito che è immediatamente intervenuto, con il supporto del cognato della vittima. E’ scattata una colluttazione tra i tre: la giovane riusciva ad essere liberata dalle grinfie dell’uomo e ad essere trasportata in ospedale. I calci e i pugni ricevuti provocarono un trauma cranico minore e delle escoriazioni all’addome giudicate guaribili in 5 giorni. Il giorno dopo, con coraggio, la donna ha sporto denuncia ai carabinieri che oggi, dopo una delicata fase di indagine, hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Catania, per lesione personale e violenza sessuale,


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.