Il bando in Gazzetta ufficiale| Crocetta: "Una follia" - Live Sicilia

Il bando in Gazzetta ufficiale| Crocetta: “Una follia”

Anna Rosa Corsello e Rosario Crocetta

(di Chiara Billitteri) L'ex dirigente del dipartimento del Lavoro l'aveva pubblicato sul sito all'indomani del caos sul Piano giovani e sugli affidamenti diretti. Il bando per i tirocini formativi, oggi, spunta anche nella serie concorsi della Gurs. Ma dagli uffici dell'assessorato chiariscono: "L'avviso non è ancora partito". E il presidente della Regione insiste: "Non è il tempo per un nuovo bando, vanno chiarite ancora tante cose".

Tirocini formativi
di
41 Commenti Condividi

PALERMO – Gli assessori non ne sapevano nulla. Il presidente della Regione voleva vederci più chiaro prima di dare l’ok. Ma il nuovo maxi-bando da 75 milioni per i tirocini formativi destinati ai giovani dai 18 ai 35 anni è talmente “ufficiale” che se ne dà notizia oggi anche nella serie concorsi della Gazzetta della Regione. “Una follia”, per Crocetta.

E’ l’ultimo atto che porta la firma dell’ormai ex dirigente generale dei dipartimenti Formazione e Lavoro Anna Rosa Corsello, che si è dimessa dall’incarico dopo la tegola caduta sulla viceda degli affidamenti diretti alle società che avevano in “gestione” il primo bando del Piano giovani. E proprio il nuovo bando è arrivato all’indomani del caos in cui è piombata la Regione dopo il “flop day”. Pubblicato sul sito del dipartimento del Lavoro lo scorso 18 agosto, all’insaputa – avevano specificato proprio loro – degli assessori Nelli Scilabra e Giuseppe Bruno.

“Un bando che stabilisce un percorso organizzativo confuso”. Così lo avevano giudicato i due assessori. Per loro, l’impegno di far partire prima possibile la misura co-finanziata con le risorse di Piano giovani, Garanzia giovani e ministero del Lavoro restava. Ma – d’accordo lo stesso Crocetta – prima bisognava verificare che tutto fosse stato fatto “secondo le regole, per evitare gli errori del passato”. E d’altro canto proprio il governatore, in conferenza stampa nel day-after delle dimissioni della Corsello, aveva criticato la scelta di pubblicare l’avviso: “Così si aprono conseguenze di vario tipo – aveva detto – , ad esempio: quanti ricorsi ci saranno? Quel bando ha essenzialmente due vizi. Il primo è quello di aver sottratto i fondi destinati già alla prima selezione del Piano giovani, e se i ricorrenti vincono noi dovremo pagare anche quella. Una selezione valida c’è già”.

Ma, una volta firmato, “non si può bloccare un atto senza una motivazione specifica”. Così spiegano dall’assessorato al Lavoro e questo conferma anche che la stessa Corsello, messa la firma sul nuovo avviso, aveva già disposto anche la pubblicazione in Gurs. Ma dagli uffici precisano: “Non è un vero e proprio bando, e la ‘gara’ vera e propria non partirà fino alla data in cui è scritto ci si potrà candidare”. Insomma, fino ad allora si potrà sempre fare una revoca.

Per il presidente della Regione, però, “solo la follia può determinare comportamenti di questo genere. Non si può fare un nuovo bando – spiega Crocetta a Livesicilia – finanziandolo in parte con dei soldi che servono per quello precedente (del Piano giovani, ndr) che non si è ancora concluso. Ci voleva prudenza, ora ne serve ancora di più”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

41 Commenti Condividi

Commenti

    A me sembra che la Corsello abbia fatto un ottimo lavoro con questo ultimo bando, scrollandosi di dosso alla fine sia Italia Lavoro che la ETT che il Formez e le pressioni sui cd Formatori ciapisti, dimostrando la sua estraneità alle pressioni sulla partecipazione di questi soggetti alla “spartizione della torta”.
    Proprio perchè gli Assessori non erano a conoscenza del bando questo finalmente era libero da tutte queste sovrastrutture la cui partecipazione a questo punto è chiaramente riconducibile alla componente politica.

    …Che confusione sarà perchè c’è Saro
    Una delusione che cresce piano piano
    stringi più Nelli e stalle più vicino
    se lei sta bene sarà perché c’è Saro
    io canto al ritmo del dolce tuo respiro
    di sigaretta, è l’alito di Saro
    cade un governo, in Sicilia noi siamo
    che te ne frega, sarà perché c’è Saro
    Rivoluzione sarà, sempre più in basso si va
    e il piano giovani non và, Corsello ha detto il perchè
    tutti quanti ce l’han con te
    basta una sola mozione, per far dimissione
    fuori il Governo sarà
    E dimissione sarà, sempre più in basso si va
    e vola vola a Bruxelles, il mondo è matto perché
    c’è l’han tutti con te
    basta una sola mozione, per far dimissione
    fuori i Governo sarà
    Ma dopo tutto, che cosa c’è di strano
    è una mozione, sarà perché sforiamo
    se cade il Governo, allora rivotiamo
    se cade il Governo, allora rivotiamo…

    Interessi contrastanti emergono dalla promulgazione del bando non di riesce a capire quali interessi nascondeva la dott.sa Corsello se il conflitto con gli assessori nascondesse interessi che lei voleva evitare la verità sicuramente potranno stabilirà solo i giudici chiamati come al solito per diramare questa ignobile vicenda sulle spalle dei giovani siciliani ora non è chiara come finirà questa vicenda ma difatto assisteremo a qualcosa di importante i futuri giovani che andranno alle urne ricorderanno e si comporteranno di conseguenza

    Follia e’ stata pensare che con i fondi del Piano Giovani potevano pagarsi assistenze tecniche che non facessero nulla di piu’ di quello che potevano fare i Centri per l’impiego con 2.000 dipendenti.
    Follia e’ credere che nessuno si sia accorto di questo sporco gioco, che toglie ai giovani per continuare a far guadagnare societa’ esterne che assumono amici e parenti.
    Si, questa e’ pura follia!

    Questi sono pazzi… Pubblicano bandi e non ne sanno nulla. Ma il Commissario dello Stato dorme mentre guadagna fior di soldini ?

    e chi ci trasi u commissario…che è superman

    “… vanno chiarite ancora tante cose”
    Non c’è proprio nulla da chiarire… è tutto talmente chiaro, basta leggere le carte per capire. Aspettiamo solo le dimissioni di questo governo che, in un verso (a loro insaputa) o nell’altro (sapevano o peggio ancora hanno “ordinato”), ha dimostrato assoluta incapacità di governare, illudendo il popolo siciliano nei fatti e nelle intenzioni.

    L’antimafia si fa con i fatti non con le parole!!!

    Bastaaaaaaa!!!
    Questo Governo è una “cagata” pazzesca!!
    Se ne devono andare, e pure presto!!!!!!!
    Siete una vergogna!!!

    PROCURATEGLI UNO STAMPATO . . . .

    Loro vorrebbero dimettersi ma nn sanno neanche come fare.

    Ma dove siamo dal pescivendolo? Questa è una Regione a Statuto speciale della Repubblica Italiana. Ci sarà qualcuno che puà staccare la spina a questo Governo di inetti? Renzi ,Magistrati intervenite mandando a casa questi incompetenti per manifesta incapacità ad amministrare la cosa pubblica.

    Questo pseudo bando non dice nulla. crea solo confusione poichè non dice nulla in merito alle graduatorie, confonde le idee poichè mischia fondi diversi … l’ultima(speriamo) nefandezza della sig. corsello

    Prudenza?

    Una nuova parola entra nel vocabolario della rivoluzione?

    Resa dei conti ?
    Presidente un atto di coraggio. Ci provi. Ci faccia almeno questo regalo. Ci restituisca il consenso che le abbiamo dato in comodato uso. Per la prima volta e questo le darebbe merito, traccerebbe in voto di scambio al contrario.
    Ci rifletta, non cada nella ridicolarita’ da essere ricordato nei libri scolastici.
    Grazie Presidente per averci provato.

    L’8 mi dimetto e il 19 firmo il decreto……

    Sono tutt’altro che estimatrice della collega e non conosco retroscena di sorta, leggo i giornali.
    Da esterna mi viene da pensare che dopo aver accondisceso alle pressioni dello scilabra group, vista la dichiarazione dell’assessore di aver ‘collaborato’ col p.m. e di sentirsi sollevata( capisci a me) corsello ha revocato gli affidamenti alle società, ha smontato l’impianto politico, ed ha fatto quel che avrebbe voluto dal principio e che forse è la cosa giusta anche per non perdere i fondi appresso alla fantomatica giovanilistica riformicchia. Un tardivo ritorno in carreggiata. Potrebbe essere andata così! No?

    ARRIVATI A QUESTO PUNTO, IO DIREI DI INIZIARE SUBITO UN PROCEDIMENTO LEGALE SIA DA PARTE DEI 1.600 (F/SFORTUNATI) CHE TUTTI GLI ALTRI, CON LA RICHIESTA DI DANNI MORALI,FINANZIARI E PSICOLOGICI, VISTO CHE, CON NORMALI PROCEDURE CHE VENGONO ADOTTATI DALL’ASSESSORATO RESPONSABILE, SI SPENDONO TANTI MILIONI DI EURO DESTINATI A NOI, MA UTILIZZATI IN MODO TRUFFALDINO. FATEMI SAPERE CHE NE PENSATE E SE NON E’ IL CASO DI FARE AFFONDARE PER SEMPRE QUESTI POLITICI DI MERDA.

    dal punto di vista di questo signore le cose burocraticamente corrette sono follie!!!!

    unica prudenza? Quella di nn continuare con questi soggetti non esistono altre soluzioni. Rimpasto? Elezioni!

    Questa triste storia prende sempre le forme di una pagliacciata. Quello che é grave é che questa farsa si gioca sulle spalle di migliaia di giovani.

    Non mi è chiaro se il piano giovani prevede la formazione in aula e a seguire o parallelamente il tirocinio in azienda. La UE assegna il compito dell’istruzione scolastica agli Stati e la formazione professionale agli enti che i governi degli stati designano a tale scopo, enti territoriali dunque Regione Siciliana nel nostro caso. La UE destina fiumi di denaro per la formazione professionale (che in Sicilia hanno prodotto risultati risibili), viceversa eroga con il contagocce risorse per il lavoro per evitare distorsioni del mercato (non commento). Se questo piano forza la formazione verso il lavoro (tirocinio senza formazione questo è di fatto) non c’è il rischio che la UE taglia i fondi e i costi ricadono sulla RS cioè noi contribuenti? Tutto ciò al netto dell’approssimazione, caos, velleità, fallimenti arroganza e quant’altro: la commissione UE controlla la pertinenza della spesa e il resoconto finale, se gestiamo i nostri affari peggio di Giufà sono “problemi nostri”.

    Siamo alla follia;Crocetta devi cacciare la Scilabra ogni giorno che passa siete sempre più ridicoli Raciti che fai dormi? Le conseguenze le pagheremo noi del PD.

    BASTA! SFIDUCIA E NUOVE ELEZIONI!!!

    Non sono stati accettati le dimissioni fino all’altro ieri

    cari ex compagni del Pd intervenite su questa inutile e dannosa rapppresentanza governativa. in caso contrario cosa pensate di raccogliere alle prossime elezioni in Sicilia? Vi state condannando all’eterna , sparuta opposizione.

    PER FRANCESCA
    HAI DIMENTICATO, TRA I COSTI, ANCHE I 1753 DIPENDENTI DEGLI ENTI CHE DOVREBBERE TRANSITARE AL CIAPI.
    BISOGNA ACCERTARE CHE FANNO 2.000 DIPENDENTI PRESSO I CPI.

    a sentire la vicenda dei giovani tirocinanti c’è da restare allibiti

    che governo di approssimatori e naif. gente scarsa.

    Spero proprio che la dottoressa Corsello abbia una bella polizza professionale. Per i danni che dovrà pagare per il suo operato.

    Un bando folle senza senso. A casa la corsello

    Guida l’apino per vendere meloni ! Chi dovrà pagare sono gli smemorati che non ricordano e non sapevano!

    DEMO? No DEMENS! La Corsello è a casa di già ma con il piccone in mano!

    Questa Corsello ha problemi seri…

    Cari amici ma a che cosa serve l’elemosina per i nostri figli i nostri giovani ? Pensate che possano essere contenti di questo. Perchè non utilizzare queste risorse per detassare le assunzioni ? Almeno farebbero un’esperienza di lavoro vera . Inseriti in un contesto aziendale produttivo.
    Ribadisco la responsabilità non è del solo presidente ma soprattutto di tutti quei pseudo-politici che non lo sfiduciano . Vergogna, vergogna, vergogna. Indegno , indegni, indegni.
    Al peggio non c’è mai fine. E’ statisticamente impossibile non indovinarne una. Bisogna essere molto ma molto bravi.

    La sete di potere del PD è senza limiti , ricordiamoci che sosteneva Lombardo e ora sostiene questo Presidente . La pagheranno carissima spero.

    Un grammo di dignità. ….andatevene. …….

    Ottimo lavoro non direi. Modalità attuative confuse, di fatto un nuovo click-flop-day organizzato (diciamo di fretta… e la gatta frettolosa fa i gattini ciechi) per il 22 settembre. Entrano in ballo come promotori i Centri per l’Impiego, che prima avevano solo il compito di attivare i tirocini ma non di predisporre la documentazione, le autocertificazioni, le convenzioni e i progetti formativi. A questo doveva pensare Italia Lavoro, per non parlare della valutazione iniziale sulle proposte di tirocinio delle aziende, che passa anche questa ai Centri per l’Impiego (ahinoi!). Il bando iniziale era impostato in parte come il bando del 2012 per i NEET laureati gestito da Italia Lavoro, un modo di operare che i Centri per l’Impiego avranno molte difficoltà a gestire. Vedremo, ma secondo me se non si ritorna al bando originario il Piano rischia la paralisi. Ormai la frittata era fatta, pazienza per i soldini che andrebbero a queste Società, ma meglio piangere con un occhio e andare avanti che piangere con tutti e due e fare perdere delle opportunità, se pur modeste, ai giovani. Attenzione perchè c’è il rischio che le azienda perdano le fiducia in queste misure; se sentono puzza di complicazioni burocratiche, lentezze dovute a inefficienza e funzionari incompetenti e impreparati che finiscono per fargli perdere tempo e denaro, con il rischio che alla fine si assume il giovane ma si perde il contributo, ricordatevi che molte aziende sono scottate per le esperienze negative del passato (leggi apprendistato….) e ci stanno poco a dire “No, grazie!”. Era un problema di software, come dice Crocetta?, ETT (o Sicilia E-Servizi, se è in grado) cambi il software, si salvino le adesioni dei giovani alle selezioni delle azienda che erano regolari, si proceda intanto all’esame delle prime 800 o 1600 proposte di tirocinio (vedrete che ne saltano oltre la meta…) e si organizzi un nuovo click-day. Credo che verificata la regolarità o irregolarità dei primi “incroci” potremmo avere dai 1000 ai 1400 tirocini ancora disponibili. Ma che tutto questo possa essere gestito dai Centri per l’Impiego…. “lasciate ogni speranza , o voi che entrate!” (Dante).
    Per quanto riguarda “la estraneità della Corsello alle pressioni sulla partecipazione di questi soggetti alla spartizione della torta”, pressioni da parte di chi? La ETT era azienda “di fiducia” della Corsello, a quanto pare in passato c’erano stati altri affidamenti, fino a prova contraria regolari, per carità (lasciamo che indaghi la magistratura). La medesima Corsello conosce benissimo chi è Italia Lavoro, in quattro anni da Dirigente al Dipartimento Lavoro ha avuto più volte ha che fare con questi signori e si fidava ampiamente, trtattandosi di un Ente strumentale del Ministero del Lavoro. Il Formez fa capo alla Presidenza del Consiglio e al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, anch’esso un Ente strumentale. Forse avranno telefonato alla Corsello il Ministro Poletti o la Ministra Madia, facendo pressioni per fare lavorare questi due Enti…… (???)
    Più semplicemente, sono Enti noti a cui le amministrazioni pubbliche fanno ricorso quando ne hanno necessità, ma che non lavorano gratis (hanno un loro Bilancio). Al massimo, volendo trovarci il “marcio” (non credo proprio “mangiugghia”) se le amministrazioni richiedenti i loro servizi ci mettono qualche soldino in più, questi Enti possono fare qualche “assunzione temporanea” in più, accontentando qualche burocrate o qualche politico. Se fosse dimostrato che fosse così, sarebbe grave lo stesso. Ecco, Crocetta se non sa (o non vuole sapere…. che è più probabile), guardi meglio. Ma attenzione, al punto in cui siamo, a buttare via il bambino con l’acqua sporca, come diceva Andreotti.
    Sui motivi che spingono poi la Corsello a suggerire (che ne sa quella sprovveduta dela Scilabra di Formez e Italia Lavoro: qualcuno gli ha spiegato chi erano…) il ricorso a questi Enti o alla ETT, ci sarebbe molto da discutere. Sono attività che potrebbero fare i dipendenti regionali o Sicilia e-servizi, ora che è totalmente regionale? Sicuramente sì. Ma guardate che la Corsello, secondo me, ha mandato un messaggio molto chiaro ai politiche presenti in Commissione Lavoro e a qualcuno che ascoltava in streaming: “Così fan tutti” e così ho fatto anch’io: non si interviene o si interviene in malo modo nell’organizzazione degli Uffici pubblici, li si lasciano inefficienti, improduttivi oppure si fanno trasferimenti selvaggi come è successo all’Istruzione e poi, quando si crea l’emergenza, si passa agli affidamenti diretti. I politici in sala di questo modo di operare e di governare non ne sapevano nulla? “Così fan tutti”… perchè prendersela con la Corsello?

    – “Ormai la frittata era fatta, pazienza per i soldini che andrebbero a queste Società, ma meglio piangere con un occhio e andare avanti”…certo pazienza per i soldini (5 mln di euro!!! soldini!!!) per fare non si capisce bene cosa a parte assumere personale cocopro da mandare nei cpi a svolgere non si sa quali mansioni;
    – “Entrano in ballo come promotori i Centri per l’Impiego, che prima avevano solo il compito di attivare i tirocini ma non di predisporre la documentazione, le autocertificazioni, le convenzioni e i progetti formativi. A questo doveva pensare Italia Lavoro…”cioè tutto il lavoro di Italia Lavoro era di predisporre 4 moduletti? wow allora i soldini (sempre 5 mln) erano ben spesi.
    – “Attenzione perchè c’è il rischio che le azienda perdano le fiducia in queste misure; se sentono puzza di complicazioni burocratiche, lentezze dovute a inefficienza e funzionari incompetenti e impreparati che finiscono per fargli perdere tempo e denaro, con il rischio che alla fine si assume il giovane ma si perde il contributo, ricordatevi che molte aziende sono scottate per le esperienze negative del passato” e fino ad ora tutte queste aziende virtuose dove erano ammucciate? vivevamo in un paese pieno di aziende pronte ad assumere e non lo sapevamo? guarda guarda che attivano tirocini solo perchè finanziati con soldi pubblici! vabbe’ ma la colpa è dei funzionari incompetenti e impreparati (a proposito la formazione non la doveva curare Italia Lavoro con i soldini di cui sopra?); per inciso con i tirocini non si “assume” nessuno si tiene solo un poveraccio a lavorare per 6 mesi e poi ciao ciao a casa;
    – ” si salvino le adesioni dei giovani alle selezioni delle azienda che erano regolari” se sono regolari delle adesioni non in base ai curricula ma alla fortuna di aver trovato il server funzionante si salvino pure, pure essere fortunati è un pregio;
    – “Per quanto riguarda “la estraneità della Corsello alle pressioni sulla partecipazione di questi soggetti alla spartizione della torta”, pressioni da parte di chi” …. della politica ovviamente, della politica mi sembrava abbastanza chiaro, visto che appena non ne sono a conoscenza spariscono anche Italia Lavoro, ETT, Formez, Formatori, nani foche e ballerine;
    – “che ne sa quella sprovveduta dela Scilabra di Formez e Italia Lavoro: qualcuno gli ha spiegato chi erano” oh mamma ma la Scilabra è l’Assessore al ramo come che ne sa? è lei a dare le direttive che poi il Dirigente Generale attua…. e definisci “sprovveduta” chi ha il compito di indirizzare, programmare e valutare l’efficienza e l’efficacia ma soprattutto le ripercussioni delle scelte che si operano? andiamo bene…io posso essere sprovveduto ma io al max decido se andare al mare o in montagna mica del futuro dei nostri figli….
    Senza offesa Libero Pensatore ma io mi cambierei il nick perchè non sembri ne’ Libero ne’ Pensatore….ma figurati saro’ malpensante io…. ;P

    hahahahaha lo aggiorno subito hahahaha

    Dal canto mio non li voto piu’ manco se restano l’unico partito in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *