Trapani, cresce l'entusiasmo |L'obiettivo è la serie B - Live Sicilia

Trapani, cresce l’entusiasmo |L’obiettivo è la serie B

Gli arrivi di Gambino, Romeo e Dolenti hanno chiuso il mercato della società guidata dalla famiglia Morace (nella foto). Domenica prossima il debutto in campionato, i siciliani si presentano tra le favorite anche se dovranno fare i conti con avversarie agguerrite tra cui Cremonese, Lecce, Portogruaro e l'outsider Albinoleffe.

LEGA PRO, QUI GRANATA
di
0 Commenti Condividi

Entusiasmo alle stelle a Trapani a poco più di una settimana dall’inizio del campionato. Gli ultimi arrivi di Gambino, tornato in Sicilia dopo appena un mese trascorso al Gubbio, e Romeo hanno dato ulteriore linfa ai sogni di gloria dell’ambiente granata, che confida nella nuova stagione per riscattare la delusione della mancata promozione in B maturata nelle battute finali dello scorso campionato.

La volontà della società di via Orlandini, d’altronde, è apparsa chiara già dai giorni successivi alla finale play off persa contro la Virtus Lanciano: ripartire immediatamente per dare vita ad un organico in grado di puntare al salto di categoria. Le conferme dell’esperto capitan Filippi e dei gioielli Caccetta, Pirrone e Madonia hanno costituito il primo segnale delle reali intenzioni di patron Morace di trasformare le promesse in cronaca. Gli arrivi di Nordi, Rizzi, D’Aiello, Giordano, Spinelli, Mancosu e Docente hanno dato ulteriore conferma delle ambizioni del club trapanese, i ritorni di Dolenti e Gambino e l’arrivo di Romeo, infine, sono stati avvertiti dalla piazza come la classica ciliegina sulla torta di un mercato portato avanti contemperando volontà di costruire un gruppo vincente e necessità di tenere i conti in regola.

Eppure i momenti di tensione non sono mancati. Il giorno dopo il ko nella sfida promozione con il Lanciano sono arrivate le dimissioni di Boscaglia, respinte con fermezza dal comandante Morace, bravo a tenere a galla il battello granata nel momento in cui il rischio di affondare era dietro l’angolo. Subito dopo il passaggio di consegne alla direzione generale tra Mimmo Lipari e la signora Collart, con tanto di presunti retroscena sollevati da più parti e seccamente smentiti a più riprese dalla proprietà. Infine la rottura con il neo ds Pastore, il cui feeling con Boscaglia e Morace si è esaurito ancor prima di sbocciare.

Dalla prossima settimana si farà sul serio, con la ripresa della preparazione in vista del debutto in campionato contro il Carpi. Il Trapani si presenterà ai nastri di partenza tra le big, ma non sarà semplice tenere testa ai favori del pronostico. Filippi e compagni, infatti, dovranno fare i conti con avversarie agguerrite tra le quali meritano di essere ricordate Cremonese, Lecce, Portogruaro e l’outsider Albinoleffe. Le qualità per fare bene non mancano, provare a trasformare in realtà un sogno non costa nulla.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.