Catania, il corteo funebre e la Volante circondata: un video raccapricciante

Il corteo funebre e la Volante circondata: un video raccapricciante

Sulla pagina "Inciviltà a Catania" l'ennesimo racconto di una città che sembra non avere più riferimenti.
CATANIA
di
9 Commenti Condividi

CATANIA. Una ripresa amatoriale che mostra il corteo funebre di uno dei due sfortunati giovani deceduti nel tragico incidente mortale di Librino di qualche giorno fa, circondare una pattuglia della Polizia giunta sul posto per verificare, per motivi di ordine pubblico, cosa stesse accadendo. Da lì in poi è un susseguirsi di urla e di un urto violento verso la Volante con un corpo contundente.
Scene raccapriccianti che fanno a pugni con quello che avrebbe dovuto essere il dolore e la compostezza del momento.
La Questura ha aperto un fascicolo sull’accaduto.

Interviene il Coisp

”Quanto accaduto a Catania, nel quartiere Librino, con una volante accerchiata e fatta bersaglio dalla folla nel corso di un corteo in strada per la morte di due giovani, non è, purtroppo, un caso isolato. Accade sempre più spesso che le pattuglie della Polizia siano prese di mira da chi pensa di poter controllare il territorio più di quanto faccia lo Stato”. Lo dichiara il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese.

”A Catania, la Questura e tutte le specialità della Polizia di Stato stanno facendo un lavoro eccezionale, ma esiste un problema di gestione e controllo del territorio che riguarda tutto il Paese. Lo Stato ha il dovere di lavorare affinché la stragrande maggioranza di persone oneste non sia ostaggio della criminalità, grande o piccola che sia. Bisogna decidere di investire seriamente in sicurezza sostenendo l’operato delle Forze di Polizia e mettendole nelle condizioni di recuperare il controllo del territorio laddove l’illegalità tenta di dominare”, conclude.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Un momento emotivamente triste,due giovani vite strappate alla vita su un motorino non giustificano il video che rappresenta Catania.

    ….non mi stupisco più di tanto…. Catania come Napoli!

    Scusate ma se io mettiamo il caso dovessi attaccare un mezzo della polizia o dei carabinieri con tanto di insulti agli occupanti evidentemente lo farei in seguito ad una arrabbiatura dovuta ad un qualcosa da farmi perdonare o per un problema irrisolto con la giustizia italiana altrimenti non mi sognerei affatto di farlo se non altro per non destare sospetti o fare scattare controlli successivi sul mio conto. Tornando alla vicenda figuriamoci allora cosa sarebbe accaduto se i poveri agenti si fossero permessi di chiedere ai presenti non tanto lumi sulla loro massiccia partecipazione alle esequie ma, scegliendo un argomento a caso, sul reddito di cittadinanza sicuramente percepito in massa così come in tanti quartieri a rischio delle nostre città.

    Catania è la città dove l’estrema destra è di casa dappertutto e i politici di destra restano impuniti. Questi i risultati.

    Coprifuoco in tutto il quartiere. Rastrellamento di magazzini, cantinati, abitazioni. Intervento congiunto con ASP, vigili fuoco, carabinieri, edilizia privata, finanza. Pugno durissimo. Le Forze dell’Ordine Non si toccano!!!!

    Questa gentaglia ama fare teatro, “a sceneggiana napuletana”, fuochi d’artificio in occasione di morti o uscite dalla galera, bacetti, saluti fuori alle questure dopo gli arresti, fare i mafiosetti negli ospedali con i medici, spettacolarizzare il tutto. Peccato che le forze dell’ordine non siano giustificate a usare la violenza o usino il taser puntualmente. Onore alle forze dell’ordine, disprezzo assoluto per la feccia dell’ umanità

    …..la mamma degli idioti è sempre incinta!!

    “prese di mira da chi pensa , poter controllare il territorio più di quanto faccia lo stato ”
    ma guardate che è proprio così , e proprio quello che pensano i cittadini , ormai
    prede indifese di qualsiasi malavitoso , se lo stato ci fosse stato non saremmo
    arrivati a questo stato .

    controllare librino tutti giorni per mesi se occorre ,si puo’ intervenire anche con l’esercito,ma sappiamo che non basta ,le forze dell’ordine non si toccano ,massima solidarieta’ dalla catania per bene.quella del video non e’ catania e’ la repubblica indipendente di librino. siamo stanchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *