Costa: "A breve terza dose anche per i cinquantenni" - Live Sicilia

Costa: “A breve terza dose anche per i cinquantenni”

“Una minoranza in Italia usufruisce di tutta una serie di libertà grazie alla maggioranza degli italiani che si è vaccinata“
CORONAVIRUS
di
2 Commenti Condividi

“Nei prossimi giorni, credo, la terza dose si estenderà anche ai cinquantenni”. A dichiararlo è il sottosegretario di Stato Andrea Costa intervenuto ai microfoni di SkyTg24 che aggiunge: “dobbiamo attendere con fiducia le indicazioni scientifiche. Mi auguro che il tema non diventi di scontro politico“.

“Dobbiamo affidarci ancora una volta alla scienza. Ragionevolmente si pensa che ci sarà un’estensione della platea per i quali sarà prevista la somministrazione. Se mi dovessi trovare a scegliere tra inasprire misure restrittive o mettere l’obbligo vaccinale per alcune categorie – ha continuato Costa -, credo sia più giusta la seconda ipotesi. Non credo sia giusto continuare a far pagare restrizioni a coloro che invece si sono vaccinati. Mi sembra un ragionamento di buonsenso. Oggi una minoranza in Italia usufruisce di tutta una serie di libertà grazie alla maggioranza degli italiani che si è vaccinata, facendo prevalere un senso di comunità. Credo che tanti cittadini lo hanno fatto anche con paura, con preoccupazione, ma comprendendo che vaccinarsi significa dare prospettive al Paese“.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Pur svolgendo nella vita privata l’attività di geometra edile devo dire che in quella pubblica Andrea Costa si è calato proprio bene nel ruolo di sottosegretario alla salute, forse anche meglio di uno che di professione fa il medico. E poi avendo come diretto superiore uno come il comunista Roberto Speranza gli devo riconoscere che di pazienza solo per sopportarlo ne ha da vendere…..

    Nei sistemi democratici le libertà fondamentali non sono concessioni governative. Se poi si punta a superarle per approdare al modello cinese il discorso cambia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.