Discoteca abusiva e festa privata | I controlli e le multe dei vigili - Live Sicilia

Discoteca abusiva e festa privata | I controlli e le multe dei vigili

(Foto d'archivio)

All'Arenella e all'Addaura. Multe per 8.300 euro e sequestri

MOVIDA A PALERMO
di
7 Commenti Condividi

La Polizia Municipale, nella notte tra venerdì e sabato, ha sequestrato una discoteca abusiva all’Arenella e apparecchiature musicali ad una villa privata all’Addaura, con sanzioni complessive che ammontano a 8300 euro.

All’Arenella gli agenti del CAEP (Controllo Attività Economico Produttive) hanno riscontrato che una discoteca era totalmente abusiva, con intrattenimento musicale e somministrazione di alimenti e bevande ai tavoli. Il locale era provvisto di cucina laboratorio e l’intrattenimento musicale era gestito, senza alcun titolo, da un DJ. Oltre al sequestro dell’attività, immediatamente interrotta, è stato effettuato il sequestro amministrativo cautelare per 10 giorni di tutte le apparecchiature musicali poste all’esterno del locale, tra cui diffusori audio, console e mixer. Il gestore dell’attività è stato sanzionato perché privo di autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande per un importo di 5.000 euro, per la mancanza delle autorizzazioni sanitarie per un importo di 3.000 euro e per la diffusione di emissioni sonore all’esterno del locale per un importo di 150 euro.

All’Addaura, gli agenti sono intervenuti durante un festa privata in una villa, a seguito di segnalazioni di cittadini che lamentavano la musica ad alto volume. L’intrattenimento musicale era gestito, senza alcun titolo, da un DJ e la musica veniva diffusa all’esterno in un terrazzo all’aperto di pertinenza della villa. Gli agenti hanno sequestrato per 10 giorni le apparecchiature musicali, tra cui diffusori audio, console e mixer ed elevato un verbale di contestazione di 150 euro.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Le feste private fatte in questo modo non hanno ragione di esistere, basta affittare per una sera un locale ed uno così oltre che non disturbare il vicinato non sporca dove abita. E poi economicamente costa molto meno che farlo a casa propria.

    Vuoi mettere, festeggiare il test e la notizia dell’arrivo di una nuova creaturina in terra, è più “gioioso” farlo in discoteca o nella casa in cui tuo figlio arriverà…?
    Certe cose se non le provi, non le capisci!

    @ Però – e chi è questo futuro “potente” palermitano che dovrà nascere?

    Vero è che non si capiscono.
    Non c’è la cultura del rispetto del vicino.
    Se sono arrivati i vigili è perché qualcuno, e non certo fra i presenti alla festa, si è stancato di non poter dormire e non certo perchè è arrivato un cucciolino di bimbo, che anche lui sicuramente dormiva.

    Certo se uno ha i soldi è libero di buttarli come meglio crede, ma che festeggiare nella propria villa o casa sia totalmente antieconomico rispetto ad un locale o discoteca per capirlo non occorre avere una laurea alla Bocconi.

    Mamma Mia!!!
    avessero fatto una festa a sera si può capire, ma una festa anche se a volume alto … si sopporta.
    a me è capitato di subire una festa, si sopporta. anche perchè sicuramente non avranno oltrepassato le 2.00

    Ma scusate, quante volte vi è successo di sentirvi la partita su Sky grazie ai vostri vicini che il venerdì sera fanno baldoria in compagnia con tutta la tifoseria e per l’occasione si vedono na bella partita di campionato! Non è forse similcosa a una “rumorosa” festa in casa? Eppure una volta ogni tanto si tollera, si rispetta anche qualche sgarro del vicino, proprio perché è ogni tanto. Qui ormai c’è un clima di intolleranza al respiro dell’altro che fa paura…! Pigliatevi una bella camomilla, una tisana, arrilassatevi se i vicini sono contenti e festeggiano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.