"La conversione di Spatuzza è vera | E' stato padre Puglisi a cambiarlo" - Live Sicilia

“La conversione di Spatuzza è vera | E’ stato padre Puglisi a cambiarlo”

Parla l'ex cappellano
di
3 Commenti Condividi

”La conversione di Spatuzza è vera, verissima. Niente sconti in cambio del suo pentimento. Don Puglisi lo ha cambiato dentro”. Lo afferma don Massimiliano De Simone, ex cappellano del carcere di massima sicurezza di L’Aquila, durante un’intervista che verrà trasmessa domani sera nel corso di Exit, il programma condotto da Ilaria D’Amico in su LA7. ”A me non risulta, almeno nei nostri colloqui – aggiunge – che lui abbia chiesto chissà che cosa: uscire, avere degli sconti di pena o quant’altro. Anzi, lui ha sempre detto che il carcere era il posto opportuno per portare avanti quella che era la sua preghiera, nel silenzio e nella contemplazione. Anche perché lui dice: ‘io ho sbagliato e devo pagare’, lo dice lui, non è che altri lo dicono per lui.
Ovviamente non si riportano i morti in vita però almeno si rende giustizia a queste persone che per il braccio della mafia hanno perso la vita”.

 ”Ma il vero incontro con Gesù Cristo – ha concluso – Spatuzza l’ha fatto dopo la morte di don Pino Puglisi. Perché è il martirio di Puglisi che ha portato la conversione di Spatuzza. E lui dal sorriso di don Puglisi che moriva, in quel sorriso ha letto tante cose, ha letto, appunto, la misericordia di Dio. Questa figura lo ha totalmente sconvolto, lo ha cambiato dentro”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Non mancheranno i soliti commentatori spiritosi che, compiacendosi della loro scaltrezza, compatiranno quelli che crediamo nella sua vera conversione. Questa è autentica, quando spinge uno Spatuzza a versare le verità che non poteva più trattenere per la loro dirompenza. Continueranno sempre ad esistere gli spiritosi (non dico stupidi) che, non conoscendo in profondità il significato della parola CONVERSIONE, non possono comprendere che il convertito è colui il quale, avendo avuto cambiato il cuore di pietra con quello di carne, – da un evento straordinario per le sue concezioni, – sentendo l’orrore del proprio passato fatto di scelleratezze, non possono sopprimere l’imperiosa spinta a cancellarlo con azioni opposte. Ma forse un tema del genere, non sollecita la convalida da una società moderna, scaltrita dal progresso, e liberata dall’oppio dei popoli.

    Grazie a Don Pino Puglisi.Questo è un vero miracolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.