Protesta Lsu a Palermo| Il traffico va in tilt - Live Sicilia

Protesta Lsu a Palermo| Il traffico va in tilt

Circa 500 collaboratori scolastici ex lsu hanno popolato il centro città per chiedere, ancora una volta, stabilizzazione e certezze per il futuro professionale. Da piazza Croci il corteo si è diretto verso il Politeama per poi confluire in Prefettura. Traffico a rilento e automobilisti imbufaliti.

9 Commenti Condividi

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    vergogna cosa il premier letta l ministro CARROZZA il PREMIER LETTA nulla sfracellano il paese ,la sicilia palermo lasciando senza lavoro 519 collaboratori scolastici che lavorano nelle scuole con tanti doveri e pochi diritti come quello di un posto sicuro e quello della retribuzione che manca da 7 mesi .premier letta ministro carrozza un appello da 519 lavoratori ascoltate sua santità il papa non calpestate la dignità dei lavoratori aiutateci stabilizzandoci per creare un futuro migliore per i nostri figli e per palermo forza RAGAZZI NON MOLLIAMO

    guarda che non hai capito, si mandano a casa le persone per salvare la sicilia…
    forse non leggi e non sei informato, ma tutta l’europa ha detto che bisogna dimezzare il personale siciliano, perché la sicilia è una bomba ad orologeria, ormai non bastano neanche i fondi europei per pagare la mole di stipendi siciliani, dieci volte superiore…
    se no… l’europa ci taglia i fondi europei… e senza quelli l’esercito dei dipendenti siculo non lo paghi nemmeno se ogni abitante fa 6+1…
    l’europa, come acnhe l’italia è stufo di vedere i fondi europei sprecati per paqare gli ammortizzatori sociali del sud italia… non sono stati inventati per pagare i ciapi gesip pip precari ecc ecc… adesso basta… si assumono solo quelli che ci si possono permettere

    é arrivato il momento di ripulire le nostre città, gesip, lsu, pip continuiamo a pagare per non avere servizi.

    forse non è chiaro l’argomento.
    questi lavoratori da oltre 20 anni hanno garantito il sistema scolastico dell’intera provincia di Palermo. Lo hanno fatto anche sostituendosi e sopperendo alle gravi carenze funzionali dei collaboratorori scolastici di ruolo. Hanno sempre anteposto la responsabilità lavorativa alle esigenze personali, e lo hanno fatto con spirito di servizio e dedizione.
    Oggi non vengono pagati da oltre sette mesi e, beffa nella beffa, secondo una norma approvata ad agosto dovrebbero essere sostituiti da altrettanti ” addetti alle pulizie” dipendenti da multinazionali affidatari di appalti Consip. Come a dire lo stato li ha spremuti per 20 anni ed oggi li butta. Non credo che Palermo e la Sicilia ne esca bene da qst vicenda che dimostra ancora una volta la scarsa, se non inesistente, attenzione verso i ns. problemi, quelli dei ns. figli che la mattina vanno a scuola, e quelli dei nostri figli che in questa terra cresceranno. popolo palermitano, svegliatevi. Loro i collaboratori scolastici ” gettati dallo stato” protestano civilmente, pregano perche il signore illumini chi decide, lo fanno con dignità, nel modo previsto dalla legge, scioperando!

    francesco capizzi e simone siete veramente la feccia dell umanita ,,invece di pigliarvela con i politici e dire dimmezzatevi lo stipendio riducete gli assessori i tecnici pagati ottimamente ,state qui a dire che e ora di finirla ,e poi francesco capizzi mi paghi tu x tutti ,siete solo ridicoli ,fate i duri con i deboli e i pecoroni con i forti tanto ormai e di moda xche questo governo sa fare questo e voi siete cosi feccia della feccia e indegni

    adesso non servite più … arrivederci e grazie, anzi ringraziate voi per gli stipendi a vuoto..

    a dicembre appena finisce e nn ce rinnovo ,,,palermo trema ,,,e se avete coraggio venite a dire quello che scrivete qui a dircelo in faccia ,,,ma penso che nn avete coraggio di fare questo siete solo servi di crocetta e dei politici ,,ale alla faccia tua mi mangio i tuoi soldi tu che paghi le tasse e io mi piglio i tuoi soldi senza fare niente ,,,figghiu ra procida chi si

    Ma avete provato ad andare a scioperare davanti casa del sindaco, o di crocetta, o andare a Roma? E invece continuate a prendervela con i cittadini che con i loro problemi, non vengono a disturbarvi eppure voi, come tutti gli altri fate sempre così. E siamo noi che facciamo i forti con i deboli e i pecoroni con i forti?? A me pare che siete voi che vi calate le mutande non andandovela a prendere con chi è causa dei vostri (e degli altri) guai, e invece fate i tochi in città, sapendo di non concludere niente e distrubando cittadini già stanchi

    live sicilia ma come fate a accettare commenti da quel francesco capizzi e da quel simone rispetto la questione dei lsu? io da rubrica e giornale serio non avrei accettato dei commenti cosi razzisti ed antietici, mi scuso con voi della risposta agressiva che ho precedentemente dato e vi chiedo di addolcirla mantenendo il contenuto del messaggio,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *