"È in cerca di nuova verginità" | "Ho colto nel segno" - Live Sicilia

“È in cerca di nuova verginità” | “Ho colto nel segno”

L'ex sindaco di Gela risponde al leader centrista che aveva parlato di un possibile accordo tra l'eurodeputato e il governatore in vista delle elezioni regionali: "E' stato l'uomo di Cuffaro, poi di Lombardo". Il senatore: "Conosciamo i suoi rapporti"

Botta e risposta tra Crocetta e D'Alia
di
13 Commenti Condividi

“Crocetta? E’ sostenuto da Lombardo”. Quella frase, pronunciata dal segretario regionale Gianpiero D’Alia in un’intervista a Live Sicilia, proprio non è andata giù all’europarlamentare del Pd, che replica.

“Riguardo alle dichiarazioni rilasciate dall’onorevole D’Alia contro di me su Live Sicilia, vorrei partire dall’ultima ‘non siamo nati ieri’. Infatti, caro onorevole D’Alia, – dice Crocetta – sono perfettamente convinto che tu non sia nato ieri. E proprio perché non sei nato ieri, sei stato a tua volta prima uomo di Cuffaro e poi di Lombardo, contribuendo a farlo eleggere e a tenere in carica il suo governo fino all’anno scorso”.

Ma Crocetta insiste: “La mia candidatura è nata da sola, ed è una candidatura che trova un consenso tra le persone. Tu mi vuoi portare all’abbraccio con Lombardo, in modo da vantare la tua discontinuità, solo che prima che fossi tu a dire che bisognava mandare a casa Lombardo, la rottura col governo Lombardo l’avevo già fatta io. Quindi non hai assolutamente i titoli né morali né politici per attaccarmi. Nella mia vita – aggiunge – io sono stato sempre autonomo e non mi sono neppure permesso di offenderti, cosa che tu invece fai, per riacquistare una nuova verginità politica. I cittadini però sanno distinguere molto bene e sanno leggere il mio presente e il mio passato e credo anche il tuo. Il passato tuo e del tuo partito, che ha condiviso sette anni di governo con Cuffaro – aggiunge Crocetta – non avendo mai nulla da ridire su una delle gestioni più massacranti che abbia visto la Sicilia. Per quel mi riguarda, io vado dritto per la mia strada, anche perché del beneplacito dei salotti romani che tu cerchi disperatamente, io non ne ho bisogno. Ho un grande sostegno popolare che, sono sicuro, porterà una rivoluzione e un cambiamento radicale. D’altra parte quanto tu ami la Sicilia, lo si è visto in questi giorni, quando ha richiesto il commissariamento. Arrivi persino ad auspicarti che il governo Lombardo rimanga ancora in piedi, in modo tale che possa scaldare gli animi attorno alla tua candidatura. Sappi che per quel che mi riguarda, – conclude Crocetta – io sono pronto adesso, ad agosto, a settembre, a ottobre e pure ad aprile prossimo a correre per le elezioni e, sicuramente, non mi farò intimidire da te”.

In serata, ecco la risposta di Gianpiero D’Alia: “La replica stizzita e livorosa di Crocetta non merita la confidenza di lunghi commenti: abbiamo colto nel segno. Conosciamo bene i suoi rapporti e non ci fa proprio impressione. Se dovessimo scegliere tra lui e Fava non esiteremmo un momento a scegliere Fava”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Ma questo Crocetta e’ proprio permalosetto, mi sembra la brutta copia del governatore Lombardo.
    Cosi’ come per le comunali di Palermo a braccetto di Lumia e Cracolici, li riprendera’ nel muso e tornera’ a fare il turista a Bruxelles.

    A me non pare affatto “permalosetto”…
    Vorrei vedere te, con la sua storia personale di lotta autentica allo strapotere di mafiosi a Gela, sentirti chiamare in causa da una nullità come D’Alia che da contrapporre ha solo una lingua biforcuta lunga sei metri e un lunghissimo bivacco nelle istituzioni a spese nostre.

    Caro Sicilia on line, Crocetta quando è stato candidato in prima persona ha sempre STRAVINTO, leggi un po’, informati. E lo ha fatto prendendo voti reali, non essendo nominato dai partiti, al contrario di qualcun’altro. Vorrei vedere te, se ti venissero rivolte accuse false e tendenziose… forse a te piace, altri magari non lo gradiscono e, potendoselo ampiamente permettere, rispondono a tono. Il turista per altro, non è qualcosa che si addice al vicepresidente della commissione Antimafia europea, uno di quelli che ha lottato perchè questa venisse istituita.. purtroppo parli senza conoscere le cose… le tue parole, probabilmente, a chi legge potrebbero anche sembrare un concentrato di rabbia repressa perchè magari è stato scalfito un candidato a te gradito.. sembri molto prevenuto con la tua risposta preconfezionata

    Esprimo grande solidarietà per Crocetta, l’unico uomo nuovo che sarebbe capace di fare bene il Governatore della Sicilia.
    Voterò Crocetta assieme alla stragrande maggioranza dei Siciliani.
    D’Alia è stato legato a Cuffaro, a Lombardo e tanti altri…….: sarebbe un grave errore votarlo perchè non ha capacità e non cambierebbe nulla rispetto al passato e al presente.
    D’Alia vorrebbe apparire come l’uomo nuovo, prendendo in giro i Siciliani.
    Viva Crocetta e viva tutti coloro che lo appoggiano e che lo voteranno.

    Mi piacerebbe che venisse data la possibilità di commentare anche sotto l’intervista rilasciata da D’Alia. Non è corretto non permetterci di esprimere un parere anche li

    pieno sostegno a rosario croccetta.
    è lui il miglior comandante di questo barcone chiamato sicilia!!

    Scusi Crocetta ma lei per caso non appoggia tuttora Lombardo?
    E con Cuffaro si trovava male o sotto sotto ….

    Io voto per il PDL. Tuttavia, debbo ammettere che D’Alia e’ ridicolo

    Chiedete a Crocetta, che fine ha fatto la spartizione di Caltaqua, in provincia di Caltanissetta proprio con Cuffaro Presidente della Regione.
    p.s.: peccato che Toto’ da Rebibbia non puo’ parlare, a se potesse !!!

    Un po’ isterica la risposta di crocetta. Per lo meno nervosa.
    Lui non sostiene lombardo. Ma in prima fila x la sua discesa in campo aveva lumia. Che ha in giunta il suo assessore venturi. Tutto lineare

    Capisco che la stampa e’ completamente comprata dai vari poteri politici….. Ma e’ la prima volta che vedo un giornale che si espone in maniera così palese a favore o contro di qualcuno. Probabilmente prima di dare del permaloso a Crocetta si informi sulla persona e poi magari riflettera’ se continuare a seguire il personaggio che le sta tanto a cuore

    La famiglia D’Alia da 25 anni sta in parlamento. Ha sostenuto i governi Cuffaro, Lombardo e Berlusconi. La liberazione della Sicilia passa dalla liberazione del potere da questi feudatari. Crocetta e’ una persona libera e coraggiosa, spazzera’ via cricche, mafie, e comitati d’affara. W Crocetta, W la Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.