Di Maio: "L'Italia non abbandonerà il popolo ucraino" - Live Sicilia

Di Maio: “L’Italia non abbandonerà il popolo ucraino”

Il ministro degli Esteri è in Ucraina dove ha incontrato Zelensky
IL CONFLITTO
di
4 Commenti Condividi

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è in Ucraina per incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il uso omologo Dmytro Kuleba. Di Maio, durante il colloquio a Kiev, ha ribadito che “l’Italia non abbandonerà il popolo ucraino”. Di Maio ha aggiunto che è fondamentale ricercare la via diplomatica “per ritrovare la pace e difendere la democrazia”.

“Dobbiamo augurarci che non cambi niente, che si continui a sostenere con tutte le forze possibili questo Paese perché l’Ucraina è la frontiera dell’Europa, non sta difendendo solo sé stessa”, ha detto Di Maio a Irpin rispondendo a chi chiede se con il prossimo governo cambierà l’atteggiamento dell’Italia verso Kiev.

Qui ad Irpin c’è una città distrutta, rasa al suolo, e in Italia c’è ancora chi nega i fatti che sono avvenuti ad opera delle truppe russe, ad opera di Putin”, aggiunge il titolare della Farnesina.

“Noi non potevamo che aiutare e sostenere questo popolo, che fornirgli tutto l’aiuto possibile per difendersi dall’invasore. Gli ucraini non stanno difendendo solo sé stessi ma stanno difendendo la liberà di tutta l’Europa e noi dobbiamo scegliere da che parte stare. Come governo italiano, abbiamo scelto di stare dalla parte del popolo ucraino. Nel difendere l’Europa, non possiamo che incoraggiarli a continuare”.  “Da parte nostra – ha proseguito il titolare della Farnesina – continueremo a dare la massima vicinanza al popolo ucraino e al governo ucraino. Lo faremo con le visite ma lo dobbiamo fare anche con i fatti: siamo stati uno dei Paesi che ha dato più aiuti alla resistenza ucraina, abbiamo dato un aiuto finanziario e umanitario importante e dobbiamo fare ancora di più”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Concordo totalmente con Luigi Di Maio ma alle parole dovrebbero seguire i fatti…….

    cosa non si farebbe per un po’ di consnenso e voti!!! di certo Dimaio è restio ad abbandonare la poltrona, solo quella gli interessa

    Di Maio spieghi perchè ha abbandonato i cinquestelle partito in cui è stato eletto e senza il quale non sarebbe mai diventato ministro degli esteri…
    Di maio spieghi perchè non si è dimesso da ministro degli esteri dato che era una nomina politica in quota cinquestelle e non era scelto per competenze tecniche o studi diplomatici…

    Dopo i condizionatori, no gas e no energia. W le sanzioni! La Russia è in ginocchio, l’Ucraina è libera e noi siamo più ricchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.