Fiera del Mediterraneo, staccata la luce - Live Sicilia

Fiera del Mediterraneo, staccata la luce

Palermo. Per le bollette non pagate
di
4 Commenti Condividi

Da ieri pomeriggio la Fiera del Mediterraneo di Palermo è senza energia elettrica. L’ente autonomo, controllato dall’assessorato regionale alla Cooperazione, che ha debiti per circa 18 milioni di euro, non ha pagato le bollette dell’Enel. Alcuni beni di proprietà dell’ente sono pignorati e l’utenza telefonica è stata disattivata da sei mesi. “Da un anno mezzo – dice Claudio Lipari, dipendente della Fiera e rappresentante sindacale della Cgil – non siamo in condizione di lavorare. A causa dei debiti accumulati dai tantissimi commissari straordinari che si sono avvicendati, non siamo in grado di organizzare alcuna manifestazione: molti padiglioni non hanno ottenuto l’attestato di agibilità, gli impianti non sono a norma e i 34 dipendenti hanno lo stipendio garantito soltanto fino a dicembre”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Ma se la fiera del mediterraneo non si fa più, l’ente fiera del mediterraneo a che serve? nel senso, che fanno quotidianamente questi lavoratori?

    L’edizione di quest’anno è saltata. Tanto per quello che organizzavano sembrava un mercatino rionale.

    praticamente i lavoratori occupano di fatto la sede ammnistrativa dell’ente fiera, viene loro garantito lo stipendio attraverso un finanziamento ad hoc che copre solo le loro spese, dopodichè basta, niente, nessuna attività ferve lì dentro. a poco a poco, giornalmente, si accumulano i decreti ingiuntivi, i pignoramenti i solleciti di pagamento da parte dei fornitori, e così via… ma i dipendenti restano lì, compattano le fila, serrano i ranghi e respingono qualsiasi tentatvo di attacco scagliato contro di loro per costringerli ad abbandonare la “roccaforte fiera”…
    E FANNO BENE, loro devono restare lì dentro, perchè loro rappresentano il simbolo, la testimonianza vivente dello sfacelo politico e del furto abilmente perpetrato da amministratori in pectore, commissari ad acta, commissari straordinari e chi più ne ha più ne metta…
    Vi hanno staccato la luce? esistono le stufe a gas; i telefoni sono muti da tempo? ci sono i telefoni cellulari; volete comunicare qualcosa? scrvetelo su un lenzuolo (l’ennesimo) e appendetelo fuori dal cancello; ricordate: ci sarà sempre qualcuno che prima o poi Vi leggerà.

    Ma come mai ancora non si decidono a mettere in liquidazione questo inutile carrozzone che da anni oramai non serve a niente e a nessuno tranne che a quei 34 poveracci che stanno chiusi là dentro a difendere il loro posto di lavoro?
    La fiera oramai è veramente il simbolo dello sfacelo di questa classe politica e di questa città ogni giorno più cool!!!!
    E’proprio una grande presa per il cool!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.