Il delitto Mattarella 41 anni fa: il ricordo in via Libertà a Palermo - Live Sicilia

Il delitto Mattarella 41 anni fa: il ricordo in via Libertà a Palermo

Armao: "La commemorazione ci riporta ai suoi valori, alle sue idee, al concetto di amministrazione moderna"
LA CERIMONIA
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Una corona floreale è stata posta a nome del governo regionale guidato da Nello Musumeci a fianco della lapide alla memoria di Piersanti Mattarella, in via della Libertà a Palermo. A rendere omaggio al presidente della Regione ucciso 41 anni fa, questa mattina si è recato il vice presidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao. “La commemorazione del presidente Mattarella – ha detto Armao – ci riporta ai suoi valori, alle sue idee, al concetto di amministrazione moderna e innovativa che, da assessore prima e da presidente poi, condusse da vero riformatore. Per tutti noi rimane un riferimento che deve impegnarci a trasformare l’amministrazione regionale in elemento di modernità, di innovazione e di servizio per tutti i cittadini siciliani, contrastando in ogni modo le infiltrazioni che la mafia e la criminalità cercano di esercitare sulla gestione pubblica”. Presenti anche l’assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro, il segretario generale Maria Mattarella, figlia dell’ex presidente ucciso il 6 gennaio 1980 e altri dirigenti regionali. La cerimonia si è svolta in modo scaglionato, a causa delle misure precauzionali anti-Covid. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Mattarella è morto,i siciliani onesti muoiono ogni giorno…senza alcun clamore istituzionale. La storia è fatta di piccole e grandi storie,senza “santini” o medaglie. Oggi “rivisitiamo” tutto alla.luce del “nulla” che ci circonda

    a commemorarlo il vice presidente della regione. e già il presidente,il sindaco e tutte le altre autorità erano troppo impegnate per potere presenziare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *