M5S, voci di "scissione" | dal meet up di Palermo - Live Sicilia

M5S, voci di “scissione” | dal meet up di Palermo

Francesco Menallo, del meet up di Palermo: "La sfiducia a Campanella e Bocchino è opera di una decina di attivisti e non una decisione dell'assemblea. Stiamo valutando l'ipotesi di scissione e non è un fenomeno locale".

la guerra nel movimento cinque stelle
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Per la maggioranza degli attivisti del meet up, “Il Grillo di Palermo”, quanto pubblicato sul sito di Beppe Grillo sulla “sfiducia” ai senatori Campanella e Bocchino, “è opera di una decina di attivisti e non una decisione dell’assemblea, che è prevista per mercoledì e forse anticiperemo a domani – dice Francesco Menallo, del meet up di Palermo -. Sul sito di Grillo è in corso una censura di post e comunicati di solidarietà ai due senatori. Stiamo valutando l’ipotesi di scissione e non è un fenomeno locale”.

“A Pavia, Bologna, Torino, Messina – continua Menallo – si stanno verificando degli episodi di prevaricazione nei confronti della maggioranza degli attivisti da parte di altri che hanno un canale diretto ed esclusivo con Casaleggio”. L’attivista sottolinea che sul sito di Grillo è stato censurato anche un comunicato di solidarietà sottoscritto dal meet up di Palermo.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    chiaritevi, non fate società con il presidente crocetta, sarebbe disastroso. Non vi fate annientare da cracolici, lumia e crocetta.

    Finalmente verra’ fuori la vera natura del consenso “oceanico” del dott. Gribbels e del sosia di Branduardi…a me uno che non vuole parlare con gli avversari e manipola il consenso dei suoi sostenitori fa veramente paura. Ricordiamoci che la disperazione dei tedeschi di Weimar porto’ al potere Hitler con libere e democratiche elezioni, e la storia dovrebbe essere maestra di vita.

    ma perche’ parli di pavia scusa, io sono di pavia e non è affatto vero quello che dici…l’assemblea provinciale noi l’abbiamo fatta

    Anche l’ortografia.

    La scissione è già stata fatta: Il MU il Grillo di Palermo, gestito in esclusiva da Nuti e C. ha di fatto espulso una parte dei suoi membri, i quali per cominciare, hanno creato il MU di Palermo e provincia. Altri “dissidenti”, vicini a Campanella, hanno richiesto la convocazione di una assemblea in cui si voti fra l’altro il cambio di gestione del MU il Grillo di Pa, che è il vero organo ufficiale e strumento di gestione (una sorta di segreteria regionale) le cui password sono attualmente in mano a Nuti. Quello che emerge è una spaccatura anche generazionale: da un lato i giovani leoni, belli, puri e al momento vincenti, sul piano dell’immagine, e dunque graditi ai capi, dall’altro i vecchi saggi dialoganti, terrorizzati da una eventuale espulsione e dalle sue ripercussioni mediatiche.
    In questo quadro, quello che manca sono le solite cose: la politica, le idee, le proposte: sento di tunnel sotto viale regione e orti urbani, ma nulla su mafia, centro storico (il MU della Vucciria è inattivo da mesi) industria, grande comunicazione… Si ha l’impressione che quando la c.d. società civile o i ggiovani, si mettono a fare politica in prima persona, sia anche peggio di quando la fanno i professionisti… Bho!

    OOhhhhhh….. vi state svegliando!!!!!!
    Pensavate di essere democratici ed ad un certo punto vi siete accorti che siete stati orchestrati dal duce del 21° secolo. Complimenti!
    E ci voleva qualcuno di voi per capire che i media di Grillo e company sono egregiamente pilotati….. bravi bravi

    Certo…. che stare dietro ad uno che si circonda di personaggi come Casalino e Di Battista richiede una certa dose di coraggio!

    Faranno due movimenti da due stelle e mezzo ciascuno.

    E meno male che le correnti stanno nel PD!!!

    tutto vero…è proprio la mancanza di dialogo all’interno del Movimento che genera questo…è facile parlare dei progetti condivisibili…anche da chi non fa parte del movimento…ma i problemi quotidiani dei cittadini sono altri e per l’ennesima volta non vengono affrontati…chi se ne fotte della banca d’italia o della boldrini…si parla o non di lavoro, scuola, sanità (nessun progetto o proposta),cultura, turismo…gli orti urbani! ma per favore…di queste cose giustissime, sacrosante se ne occupano ampiamente le onlus etc…un progetto di riqualificazione e conversione delle coste siciliane?…un programma per rendere civili le infrastrutture isolane? etc..o ci dobbiamo occupare di chi esprime un pensiero o fa una valutazione…delle epurazioni e del blog….ma se il 70% degli italiani non ha un collegamento ad internet?…il blog! mah…tutto bello ma i voti il M5S li prende per l’effetto qualunquismo e populismo….come la lega che li prende per il razzismo…mica per il blog o i MU. Sulla questione Renzi giusto e legittimo non votare la fiducia ma sevai alla consultazione ti fai spiegare il programma e lo smonti punto per punto.
    abbiamo assistito al solito show mediatico populista e qualunquista…io le cose che grida Grillo le gridavo quando facevo sciopero al liceo…qui si tratta di governare un paese complicato pieno di lobbies di dx e sx (taxi, avvocati, notai, farmacie, commercialisti, banche, confindustria e menate varie) mica cazzate….bisognava, forti di centinaia di deputati, tenere sotto scacco un governo dando la fiducia con riserva e poi provvedimento su provvedimenti dare il contributo…non puoi stare all’opposizione e pretendere che ti approvino tutti gli emendamenti proposti….il posto del M5s ora è in mano al NCD…quindi avanti con le lobbies di dx e ds…il massimalismo all Bertinotti ci ha regalato Berlusconi…..

    Un padre di famiglia se qualcosa va male non sta al balcone a lamentarsi ma entra dentro batte i pugni sul tavolo e dice “o si fa come dico io o…”. Purtroppo a Grillo piace stare a guardare= partito delle occasioni perse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *