Mafia, cimici a Palermo e Catania: nuovi pentiti, verbali FOTO - Live Sicilia

Mafia, cimici a Palermo e Catania: nuovi pentiti, verbali FOTO

Omicidi, nuovi collaboratori di giustizia che parlano e inchieste in corso: in esclusiva i particolari
INCHIESTE
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Mafia, cimici piazzate a Palermo e Catania, ci sono nuovi pentiti che svelano gli assetti delle principali famiglie. Ecco un’anticipazione del nuovo numero del Mensile S, fondato da Francesco Foresta e oggi diretto da Antonio Condorelli, che torna in edicola ed è disponibile online CLICCA QUI

Le inchieste

In questo numero, numerose inchieste e approfondimenti sotto il coordinamento di Laura Distefano. Saul Caia, corrispondente del Fatto Quotidiano, è riuscito a intervistare in gran segreto il collettivo che ha tappezzato Palermo dei manifesti “No mafia”. E sempre Caia racconta l’ultimo atto del Sistema Amara a Siracusa. Andiamo alla mafia.

Palermo e Catania tremano

Su Palermo Josè Trovato lo speciale ‘Il trono del boss’ con tutti i verbali e le intercettazioni dell’ultimo blitz nel regno di Carmelo Giancarlo Seidita. A Catania Laura Distefano firma l’inchiesta “Trema il traforo” analizzando i verbali degli ultimi pentiti e delle ultime inchieste ricostruisce la cupola dei Mazzei.

Esclusive

A Trapani Rino Giacalone rivela i segreti del mercante d’arte di Messina Denaro Becchina (con la replica). A Messina Gianluca Rossellini ha curato “gli Affari di Famiglia” con infiltrazioni di mafia e politica nell’Alcantara. Trovato svela i particolari di un delitto a Enna. Rosario Sardella invece, a 26 anni dal suo omicidio, racconta i misteri legati all’infiltrato Luigi Ilardo. E Giuseppe Spallino ha intervistato il magistrato Caselli che incontrò Ilardo pochi giorni prima che fosse ammazzato a Catania. Sempre Spallino firma due interviste, Francesco Lena racconta le ferite subite come vittime del sistema Saguto, per la rubrica Uomini di Legge si confessa il giudice Costantino De Robbio. Chiude questo numero la recensione di Francesco Massimo Adonia del reality book”Quando prevenire è peggio che punire – Torti e tormenti dell’Inquisizione Antimafia”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.