Palermo, Presentata la lista 'Sinistra Civica Ecologista', Catania: "Progetto di unità" - Live Sicilia

Presentata la lista ‘Sinistra Civica Ecologista’, Catania: “Progetto di unità”

All'iniziativa presente anche il candidato sindaco Franco Miceli
PALERMO 2022
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – “Siamo la prima lista presentata in città con 39 nomi in ordine alfabetico, il quarantesimo sarà il nostro o la nostra capolista ma non sveliamo ancora il nome”, Giusto Catania racconta così la lista di Sinistra civica ecologista. “Il nostro progetto – spiega – si muove all’interno dell’unità, unità delle forze della sinistra e delle forze civiche. E’ un percorso che noi vogliamo costruire all’insegna di alcune parole d’ordine importanti: la tutela del mondo del lavoro, la tutela dei diritti e la tutela dell’ambiente. Queste grandi questioni sono per noi la bussola che orienta il nostro percorso, che ha l’ambizione di proiettarsi a livello regionale e nazionale”.

SEGUI LO SPECIALE DI LIVESICILIA SULLE ELEZIONI

Poi Catania ha spiegato che “Sinistra Civica Ecologista è una lista composta da persone che combattono per la tutela dei diritti civili e – ha aggiunto – siamo convinti di ottenere ottimi risultati a sostegno del nostro candidato sindaco Franco Miceli. Noi – ha aggiunto l’assessore alla mobilità della giunta Orlando – abbiamo una lista rappresentativa del mondo del lavoro della società civile, del mondo delle professioni, del mondo ecologista, tanti giovani e tante donne, abbiamo anche rappresentanti delle comunità straniere a Palermo, io credo che sia una lista autorevole che viene non a caso presentata per prima”.

Dalle donne della lista Sinistra civica ecologista qualche giorno fa è arrivato l’appello rivolto al candidato sindaco Franco Miceli affinché ci siano la vicesindaca e metà della giunta donne. “Crediamo – dichiara Barbara Evola – che la presenza delle donne sia un fatto fondamentale e centrale e non di decoro, la nostra lista si distingue dalla altre proprio per questa parità numerica tra uomini donne. Riteniamo che ad affiancare un sindaco uomo, debba esserci una vicesindaca donna che possa portare la cultura della differenza dentro le istituzioni”. Non c’è ancora un nome. Arriverà dopo – spiega – . Non mancano a Palermo le donne che possano correttamente stare alla guida del governo di questa città.

LEGGI ANCHE: Evola e Orlando: “Alla presentazione di Cascio solo uomini”

Insieme a loro il candidato sindaco Franco Miceli, che dichiara: “Le vostre parole rappresentano l’intera coalizione. Una coalizione unità e compatta ed impegnata su temi che riguardano il futuro di Palermo. Ringrazio tutti per l’impegno di queste settimane nel costruire la lista e divulgare concretamente con proposte e temi importanti quale è la nostra visione di governance. Bisogna avere una visione e la stessa va declinata attraverso atti concreti per la città. Noi vogliamo costruire un progetto partecipato per Palermo. Per noi la partecipazione diventa uno strumento di governo della città, senza il quale non è possibile costruire un progetto credibile rappresentativo degli interessi e delle esigenze della città. Questa campagna elettorale – ha aggiunto Miceli – dovrà essere fatta con un rapporto diretto con la gente, dobbiamo parlare con la gente viso a viso. Tanti personaggi dovrebbero stare a casa, invece sono a fare la regia di queste elezioni, ad esempio Dell’Utri.  Abbiamo il compito di impedire che Palermo ritorni a quei periodi tragici e bui che ha vissuto nella sua storia.”

Nel corso della conferenza stampa svoltasi ai Cantieri culturali della Zisa all’interno degli spazi di Crezy Plus, sono intervenuti Luigi Carollo che precisa che questo movimento non è la versione 2.0 di Sinistra Comune ma è un altro progetto politico, un progetto politico che si arricchisce di nuova linfa vitale, aggregando nomi che non ha fatto parte del primo gruppo. Al tavolo con lui, che precisa di non essere candidato, Egle Calamia, architetto, che si occupa di progettazione partecipata, e che tiene a precisare di essere una mamma attenta e per questo convinta sostenitrice che la città debba essere a misura di tutti. “Con sinistra delle idee – ha detto Calamia, prima e sinistra civica ecologista poi, abbracciando tanti altri compagni di viaggio, il nostro lavoro deve andare nella direzione della partecipazione. Soltanto così le città possono diventare vivibili. I cittadini devono amarla e contribuire a migliorarla.”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Ma con quale faccia ? Giusto Catania e le sinistre che hanno distrutto Palermo, ma va va

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.