Thais Wiggers e Paul Baccaglini, fine di un amore - Live Sicilia

Thais Wiggers e Paul Baccaglini, fine di un amore

Thais Wiggers ha annunciato via Instagram la rottura con Paul Baccaglini, l'ex inviato de "Le Iene" ed ex presidente del Palermo Calcio al quale era legata da sette anni. Nel frattempo, il settimanale "Diva e Donna" l'ha paparazzata in atteggiamenti teneri e confidenziali con l'ex compagno Teo Mammucari. Ritorno di fiamma in corso?

0 Commenti Condividi


0 Commenti Condividi

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Commenti

    Quello che si dovrebbe vergognare sei proprio tu! Il vecchio presuntuoso arrogante delle scommesse perse. Dopo i giocatori, gli allenatori e i direttori sportivi adesso hai toppato pure con i presidenti. Non più di 6 giorni fa hai dichiarato che per te Baccaglini era come un figlio. Vergogna! Il bilancio sarà pure sano (e spero per te che lo sia veramente), ma…. quanti miliardi di bugie hai raccontato in 15 anni di Palermo? Te ne devi solo andare…..

    In assenza di un facoltoso imprenditore interessato alla società,Zampa resta fin che desidera. (Purtroppo)

    Io dico ai Giornali: per favore non scrivete più su questa storia fantasiosa. Troppe pagine sono state scritte per favorire il barzellettiere Zamparini. Ritorniamo a parlare di fatti concreti, ad esempio del prossimo campionato di serie B che i rosanero dovranno disputare nella stagione 2017 – 2018. Vi è stato un profluvio di articoli assurdi, inverosimili, perfino offensivi per l’intelligenza umana “media”. Tutto è stato indecoroso e sfottente.

    …e te ne sei accorto dopo 4 mesi e dopo tutte le dichiarazioni fatte, dopo addirittura averlo fatto pure presidente, che non aveva il becco di un quattrino ? Sono anni che ci prendi per i fondelli o almeno ci provi, ti rimane una sola scelta che è quella di andartene e non farti più nè sentire nè vedere, il popolo palermitano ti ha abbandonato e non ti vuole, questo lo capisci o necessiti l’intervento di un gerontologo di quelli bravi ?

    NON CREDO PIU’ NEANCHE AD UNA VIRGOLA

    il pataccaro ha pure problemi di memoria, nel giorno della protesta dei tifosi, dichiarò:
    “I palermitani dovranno chiedermi scusa appena verranno svelati i nomi di chi acquisterà il Palermo” oggi dichiara dietro baccaglini il nulla.
    Spero solo dche Orlando il sindaco lo sappia fare veramente mettendo i sigilli allo stadio ZAMPARINI VATTENE!

    Fuori i falsi tifosi che per 3 mesi hanno sostenuto le chiacchiere e le illusioni di un personaggio nulla tenente nulla facente come Baccaglini a cui nessuna banca avrebbe mai concesso un centesimo. Questi pseudo- tifosi sinistroidi preferivano lo squattrinato tatuato addirittura a Zamparini unica certezza che ad oggi puo’ impedire il fallimento della squadra. Da una parte il loro “messia” venditore di fumo, dall’altra il friulano che riporterà in A il Palermo. Una volta risaliti, i tifosi seguaci del “pataccaro” invece di gioire ingoieranno il rospo. Disertate pure lo stadio e unitevi alla cordata dei ciarlatano italo americano. Magari diventa Presidente “senza portafogli” del Rocca Cannuccia”e andate li a sostenerlo perché era e rimane “uno di voi”. Baccaglini vai per la tua strada, qui servono persone serie e non falsi acquirenti con una capitale sociale di 100 sterline. Con i tuoi soldi virtuali vai a giocare al monopoli. Zamparini ha portato al Barbera il più bel calcio possibile. 12 anni in serie A, 5 stagioni in Europa League con una finale di Coppa Italia senza mai dimenticare che ci ha riportati in A dopo 32 anni e per questo ha ottenuto la cittadinanza onoraria della nostra città. Molti giornalisti hanno definito il Palermo di Zamparini “fabbrica di campioni” Chi lo attacca non è nemmeno degno di nominarlo. Lo stadio tornerà a riempirsi di paganti e di abbonati e soprattutto di tifosi veri a cui sta a cuore la propria squadra.

    Zamparini riporterà il Palermo in A ( come accadde nel 2014) e lo stadio tornerà a riempirsi di abbonati e di paganti e soprattutto di tifosi veri a cui sta a cuore la propria squadra. Le illusioni e le patacche di un venditore di fumo come Baccaglini interessano solo a qualche centinaio di “protestatori” di professione. Il friulano in 15 anni di presidenza ci ha regalato il più bel calcio possibile: 12 anni in A con 5 stagioni in Europa League e una finale di Coppa Italia. Chi odia Zamparini non è nemmeno degno di nominarlo, vada pure ad applaudire il tatuato, il “messia” dei nulla tenenti nulla facenti apprendisti stregoni.

    Egregio “Sig.” Nino

    Le mancano alcuni passaggi fondamentali di civiltà, di cultura, di informazione e di tolleranza.

    Rispetto alle sue opinabilissime affermazioni, Le automatiche e dialetticamente violente conclusioni che lei trae di appartenenza alla sinistra (nulla di male, tranne il fatto che lei lo dice con odio e disprezzo), più altre rabbiose come segue:

    “cieca fiducia a un “tatuato”
    “messia” dei nulla tenenti nulla facenti apprendisti stregoni”. o
    “Fuori i falsi tifosi che per 3 mesi hanno sostenuto le chiacchiere e le illusioni di un personaggio nulla tenente nulla facente”, o
    “i tifosi seguaci del “pataccaro” invece di gioire ingoieranno il rospo”, o
    “andate li a sostenerlo perché era e rimane “uno di voi”,
    “Chi lo attacca (Zamparini) non è nemmeno degno di nominarlo.

    Tutte queste perle di odio la qualificano per quello che é: uno squadrista da tastiera, uno da evitare incontrandolo anche fisicamente probabilmente desideroso, se le parole coincidono con le intenzioni, di menare le mani per affermare il vuoto torricelliano delle proprie idee contrapposto al disprezzo di quelle degli altri. In una sola parola un incivile.

    Io non sono né di sinistra né seguace di Baccaglini, tutt’altro. Le dico due/tre cose

    Il G.d.S. pubblica:

    L’offerta di cui parla Baccaglini si aggira sui 70 milioni di euro totali, inclusa l’integrazione in caso di ritorno in massima serie. Una proposta che, al netto della dilazione, si articola in 40 milioni per il ripianamento dei debiti della società, 20 milioni di base per l’acquisizione del cento per cento delle quote e 10 milioni previsti come plus da aggiungere una volta promossi in A.

    Le cose sono andate esattamente così. Baccaglini ha dei soci. Esistono. Lui sarebbe stato un presidente senza portafogli. Come lo era Boniperti che non aveva una lira ma che é stato (per decenni) il Presidente della juventus di Agnelli. Si informi su come possono essere gestite le società commerciali e/o anche quelle calcistiche. La banca londinese esiste. La due diligence è stata fatta. Ne sono state fatte due. Questa è storia. Checché ne dica lei.

    Zamparini ha ritenuto scarsa l’offerta. Zamparini; non può dire “non conteneva i soldi per gli impianti”. A lui, una volta uscito, questo non interessa. Lì ha ragione da vendere Baccaglini. Era una partita tra lui e il Sindaco.

    Zamparini non ha monetizzato abbastanza da questa operazione in cui si è fatto prendere per il culo non da uno squattrinato ma semplicemente da uno (e dai suoi misteriosi soci) che giocava al ribasso, come in tutte le trattative del mondo. Sicuramente uno sbruffone, come del resto tutti. Ferrero non lo é? O Lotito? Chi sono le persone serie oggi nel calcio? Forse Zamparini?

    Essere contro Zamparini, non significa essere pro Baccaglini. Lei è un intollerante. Sono anche contento che il closing non sia avvenuto però……

    i 40 milioni di debiti, che i soci di Baccaglini avrebbero coperto, rimangono. Questo significa che ritorna l’incubo del fallimento, che Nestorovsky sicuramente andrà via, che tutte le palle di Zamparini rimarranno per sempre non verificabili, che Tedino sarà esonerato alla quarta giornata, che il nuovo presidente (una figura di garanzia, dice lui), sarà cacciato in malo modo tra due mesi. Che gli slavi porteranno altri Balogh per intascare altre milionarie commissioni. Che Lupo verrà sfiduciato e non potrà lavorare. Che assisteremo tutti i giorni a nuove interviste in cui continuerà a insolentire tutti i tifosi con la sua arroganza. Zamparini è una persona indegna perché ha dimostrato di non essere capace, di gestire una squadra professionistica, non solo, ma anche di toppare tutte le figure professionali deputate a gestirla, dai calciatori ai direttori sportivi e perfino dei presidenti. Uno che afferma che Baccaglini è come un figlio e tre giorni dopo è “il primo che capita” è uno schizofrenico conclamato. Vuol dire che non è capace di salvaguardare nemmeno il SUO patrimonio. E noi ce lo dobbiamo tenere.

    Abbiamo abbondante ringraziato Zamparini per quello che ha fatto fino al 2011. Ma la gratitudine non è eterna. Se lei lo permette mi devo sentire libero di poter praticare questi ragionamenti senza che un incivile, intollerante e disinformato come lei copra di insulti tutti quelli che non la pensano come lei.

    Nino e Enzo Rosanero: fermo restando che Nino dovrebbe abbassare i toni se non vuole essere identificato come un troll professionista al soldo del padrone, presupponendo la buona fede di entrambi, secondo me state prendendo tutti una cantonata nel dare credito alla telenovela che vi e’ stata raccontata fin qui. Produttore, regista e principale protagonista della stessa il Sig. Zampa, altro attore co-protagonista (e referenziato, in quanto ex-iena) il Sig. Bacca.
    Non avete capito di essere stati 4 mesi al cinema!!!!

    vecchia guardia, e tu sei sicuro di quello che affermi? Guarda che equivarrebbe a dire che tutta la stampa nazionale è complice di questo teatrino. Il che è inverosimile. Oltre che gravissimo. Qualcosa, anzi più di qualcosa esiste. So di giornali che hanno delle fonti più che sicure, come quello da me citato prima. Il che non cambia la sostanza del mio discorso. Zamparini è una delle persone più torbide che mai abbiano messo piede a Palermo dai tempi di……Cagliostro.
    Non è proprio questo il modo di gestire una cosa che dovrebbe costituire parte dell’identità cittadina per centinaia di migliaia di persone a Palermo. Quando è troppo è troppo. In un modo o nell’altro deve andarsene

    Sig. Enzorosanero lei, a mio parere, di rosanero non ha nulla, perchè appartiene alla categoria dei “tifosi fasulli” perennemente incontentabili che pretendono dalla propria squadra sempre tutto e subito. Da quando è arrivato il venditore di fumo Baccaglini è arrivato il vostro messia, colui che avrebbe “cacciato” a pedate nel sedere il “nemico mortale”Zamparini che poi è il vostro unico interesse. Per mesi ho letto commenti sprezzanti contro il friulano intrisi di odio e cattiveria con tanto di manifestazioni, talmente duri che persino il suo amico Sindaco Orlando ne ha preso le difese dichiarando testualmente che Zamparini ha dato moltissimo alla squadra ed alla città e che il suo amore per il Palermo calcio è indiscutibile. Tutti voi autentici comunisti avete votato Orlando come mai non condividete queste sue dichiarazioni? Eppure quello che dice Orlando per voi è vangelo. Perché non avete denunciato quel clima d’odio contro un uomo solo? Forse per voi “talebani del calcio” per voi “esagitati protestatori” nemici dello sport integro ed indipendente dalla politica, quello che contano sono le vostre visioni a senso unico. I suo mondo è agli antipodi del mio come lo sono Zamparini e Baccaglini. A differenza sua, qualunque sia o sarà il Presidente del Palermo Calcio sarà il mio Presidente. Ne accetto pregi e difetti perché il mio amore per il Palermo supera tutto. Persino Baccaglini sarebbe stato il mio Presidente qualora lo fosse diventato, nonostante le mie forti riserve sulla sua effettiva solidità e capacità nel settore. In diversi commenti ho dichiarato che sarei stato disponibile ad acquistare un piccolo pacchetto di azioni qualora Baccaglini non fosse stato in grado di coprire l’intero importo, invitando altri “veri tifosi” e certamente non lei e i suoi affini, a fare altrettanto. Zamparini nel 2004 a Palermo era secondo solo a Santa Rosalia, era portato in trionfo da tutta la città ogni quartiere lo adorava lo applaudiva lo ringraziava. Da allora non sono stati tutti successi ma additarlo come la causa di ogni male da meritare l’esilio è davvero troppo. Solo lei e i suoi simili(fortunatamente pochi) vorrebbero cancellarlo dalla faccia della terra. Rinnoverò il mio abbonamento e sosterrò la mia squadra sempre.A lei lascio il rancore il dileggio la rabbia per aver scoperto che il tatuato si sia rivelato un pataccaro un venditore di fumo lo stesso fumo che annebbia la vista chi pretende di cacciare il cittadino onorario Zamparini nonostante abbia portato al Barbera il più bel calcio possibile. Ritorneremo in A malgrado lei e i suoi amici dei centri sociali. Disertate pure lo stadio non siete degni di avere Zamparini come Presidente. Risponda pure per le rime, mi rimetto al giudizio di quei lettori tifosi autentici che difendono la verità e tutto quello che ha fatto il friulano per il Palermo pur riconoscendo i suoi errori. Difenderò sempre le mie idee accettando il confronto libero e franco. La violenza e l’odio non mi appartengono sono anni che scrivo e i miei commenti lo dimostrano. Ma se qualcuno le usa mi adeguo e rispondo di conseguenza. Attendo la prossima manifestazione che sicuramente avverrà in città contro Zamparini , cortei violenta con tanto di cartelloni e striscioni pieni di insulti dove lei sicuramente Sig. Enro sarà in prima fila a gridare “Zamparini vattene” Il suo ambiente naturale è questo, magari non rinuncerà ad uno scontro contro le forze dell’ordine come piace fare ai “bravi ragazzi” dei centri sociali. Capovolgere la realtà seve solo alle persone come lei intransigenti ed assolutiste nel rispetto della migliore tradizione comunista.

    Individuo Nino,
    Lei è completamente pazzo. Ho fatto centro. L’ho talmente inquadrata che il suo scomposto ultimo post denuncia veramente chi è lei veramente. Un poveraccio rancoroso Mi fai pena. Mai stato comunista, mai appoggiato i centri sociali, mai parteggiato per Baccaglini, mai votato per Orlando (poichè non sono residente a Palermo). Lei è un individuo ignobile, figlio della comunicazione al tempo di internet, un coatto da tastiera 2.0 con seri problemi di rispetto, tolleranza ed equilibrio. I fascisti di 30 anni fa in confronto a lei erano dei galantuomini. SI VERGOGNI. Ignorante.

    cambia Nikname, pippo sono solo io. Ok?

    Zamparini vattenne in Friuli hai quasi ottantat’anni. Lascia perdere, sei troppo vecchio, se prima eri scarso come presidente, figuriamoci oggi!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *